«Famiglie in preghiera»: messaggio del vescovo Peter Bürcher

0
95
Monsignor Peter Bürcher

Una famiglia che prega! Quanto è bello quando una famiglia prega insieme!
Desidero invitare alla preghiera tutte le famiglie e le comunità della nostra diocesi!
Come forse già sapete, Papa Francesco ha indetto un anno dedicato a San Giuseppe e alla famiglia. Gli sono molto grato per questo, perché sono convinto che Gesù, Maria e Giuseppe sono pronti ad aiutarci nelle nostre necessità quotidiane. Qualche giorno fa, abbiamo udito una preghiera di Papa Francesco rivolta alla Santa Famiglia nella quale si recita: «Santa Famiglia di Nazareth, rendi anche le nostre famiglie luoghi di comunione e cenacoli di preghiera, autentiche scuole del Vangelo e piccole Chiese domestiche».
Il Santo Padre dice che nella famiglia bisogna custodire tre parole chiave: «permesso», «grazie» e «scusa». La preghiera può anche essere una richiesta. Le nostre famiglie hanno bisogno di aiuto per avere più pace e unità. Conosciamo tutti delle famiglie divise che hanno tanto bisogno proprio della preghiera. Una tale famiglia, con l’aiuto di Dio, può divenire una vera scuola di perdono! Anche la nostra diocesi ha bisogno di unità e pace, come anche tutte le persone di buona volontà.
Care famiglie, desidero invitarvi tutte alla preghiera il prossimo 2 febbraio, alla sera, in modo semplice, a casa, nelle vostre famiglie. Ogni famiglia potrà decidere liberamente come realizzare in modo creativo questo momento di preghiera: con un Padre Nostro pregato insieme, un Ave Maria oppure un rosario o la lettura di un brano dal Vangelo: per esempio della Festa della Presentazione del Signore, chiamata anche Festa della Candelora, che è anche la Giornata della vita consacrata – una giornata di grazia per tutti i consacrati! – oppure guardando insieme un buon film cristiano, o anche facendo con una breve «revisione della giornata» comune, dove riflettere su quanto vi è stato di bello e quanto di meno bello nell’arco della giornata…
Se guardo alla mia infanzia, non ricordo di aver mai vissuto una tale serata di preghiera. Eppure posso egualmente dire che la mia era una famiglia che pregava: prima di ogni pasto, la mamma, il papà e noi bambini pregavamo insieme un Padre Nostro.
Miei cari, vorrei che vi fossero molte famiglie nella nostra diocesi che pregano per più l’unità e la pace, ma non soltanto il 2 febbraio! Possa la Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe farci dono di questa grazia!
Vi ringrazio di cuore!

Il messaggio del vescovo Peter Bürcher in lingua tedesca

Famiglie in preghiera

Tutte le famiglie sono invitate, la sera di martedì 2 febbraio, a riunirsi in preghiera in una forma di preghiera liberamente scelta, in comunione con tutte le altre “famiglie in preghiera” della nostra Diocesi.
Le famiglie sono anche cordialmente invitate ad inviare le loro esperienze di «famiglia in preghiera» al seguente indirizzo email betendefamilien@bistum-chur.ch.