Opere d’arte all’aperto: una visita ‘immaginaria’

0
86

Il 20 marzo si celebra la Giornata Mondiale del racconto. Per l’occasione la Pro Grigioni Italiano aderisce ad una proposta che collega arte e fantasia, coinvolgendo attivamente i più giovani valligiani.


Concretamente l’operatrice e gli operatori culturali dei Centri regionali del Moesano, di Bregaglia e Valposchiavo, hanno assunto per un pomeriggio le sembianze di “guide”. Accompagnati da una ragazza o un ragazzo, sono andati alla ricerca di opere d’arte collocate in spazi pubblici del Grigionitaliano. Lo scopo è quello di focalizzare l’attenzione per queste espressioni artistiche e nel contempo incoraggiare una lettura personale del significato, tramite un racconto volutamente improvvisato. 

Una ghiotta opportunità per riscoprire quel patrimonio artistico che spesso diamo per scontato, ma che racchiude il pensiero intimo di chi l’ha eseguito.  Le quattro opere protagoniste sono : Il dono dell’aquila di Giar Lunghi (Roveredo); la cappella di San Carlo al Sabbione dipinta da David Tremlet (Rossa); Ai naviganti, azzurro di Valerio Righini (Poschiavo); scultura in legno di Ugo Giacometti (Vicosoprano).

Le foto scattate sono state caricate sulla piattaforma del Museo immaginario Svizzero (MiS), dove si può ammirare quella che è considerata la più gigantesca collezione d’arte collettiva, democratica, coinvolgente e piena di stimoli.  Pubblicare un proprio racconto è facile e lo si può fare partendo da un oggetto custodito in un museo o da un’opera visibile all’esterno.

Parallelamente il “MiS” ha anche sviluppato un’iniziativa volta a promuovere incontri intergenerazionali nei musei. I partecipanti di questa rete – intitolata Tandem al Museo – possono avere età, provenienza sociale e culturale molto diversa tra loro e devono semplicemente avere la voglia di condividere qualche ora assieme all’insegna dello scambio e del reciproco apprendimento.  Dato che l’attività può essere svolta anche in tempi di distanziamento, come quelli nei quali tuttora ci troviamo, le persone interessate possono annunciarsi tramite l’apposita piattaforma sovraindicata.

Potete leggere i racconti delle nostre guide speciali e scoprire la loro storia, consultando anche il sito della Pro Grigioni Italiano alla pagina dedicata.