“Dantedì”, un evento nazionale coordinato dal “Forum per l’italiano in Svizzera”

0
81
Immagine dal sito: www.dantedi.ch

La critica dantesca è solita collocare al 25 marzo l’inizio del viaggio ultraterreno della Divina Commedia e in questo stesso giorno, da qualche tempo ormai ufficialmente ribattezzato Dantedì, la grandezza dell’autore del «poema sacro» (Par. XXV, v.1) viene onorata con celebrazioni varie in tutto il mondo. Il Dantedì 2021, tuttavia, promette di essere particolarmente ricco di iniziative, dato che viene a coincidere con un’altra, importante ricorrenza: il settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri (1265-1321).

Il Forum per l’italiano in Svizzera ­– associazione che dal 2012, per iniziativa del Cantone Ticino e del Cantone dei Grigioni, riunisce tutte le maggiori organizzazioni impegnate nella promozione e nella valorizzazione della lingua e cultura italiana in Svizzera ­– non poteva dunque mancare di ricordare l’autore di una delle più importanti opere della letteratura mondiale, e uno dei padri fondatori della lingua italiana. A questo scopo, un gruppo di lavoro coordinato dalla Vicepresidente del Forum, la Prof. Tatiana Crivelli dell’Università di Zurigo, ha organizzato un evento che, nel nome di Dante, intende coinvolgere l’intero territorio elvetico e mettere in contatto tra loro le varie lingue e culture nazionali. Il prossimo 25 marzo il viaggio dantesco della Divina Commedia verrà dunque idealmente ricollocato in quattro luoghi della Svizzera, e da lì riletto in prospettive e forme diverse.

A tal fine sono state individuati quattro siti, uno per ogni regione linguistica, che evocano non solo le tre cantiche della Divina Commedia (Inferno, Purgatorio e Paradiso), ma anche il destino del Dante autore. Nella Svizzera francese l’imponente Creux du Van inscenerà maestosamente l’Inferno; nella Svizzera romancia la ridente Val Lumnezia farà vibrare l’atmosfera serena della regione più nobile del Purgatorio, laddove si colloca il paradiso terrestre; nella Svizzera italiana la celebra vetta del Monte S. Salvatore porterà, dall’alto, lo sguardo sul Paradiso; infine, nella Svizzera di lingua tedesca, la città medievale di Baden, luogo tra i più significativi per l’emigrazione italiana in terra elvetica, ci ricorderà che il capolavoro dantesco fu composto nei duri anni dell’esilio dell’autore dalla sua Firenze. Del resto, basta dare un’occhiata alle stupende illustrazioni realizzate dall’artista Marcello Toninelli, già autore di una celebre Commedia a fumetti, per cogliere la pertinenza di queste scelte. I manifesti – che, insieme al programma dettagliato degli eventi, sono sin d’ora visibili sul sito www.dantedi.ch ma che andranno poi cercati e trovati sui luoghi delle manifestazioni – costituiranno anche la base per un concorso fotografico su Instagram (condizioni di partecipazione sul sito).

Nella giornata del 25 marzo in ognuna delle località prescelte, dopo il saluto di importanti autorità politiche – internazionali, nazionali, cantonali e locali – verranno invitati/e ad esibirsi personalità della cultura e del mondo dello spettacolo, e verranno letti e commentati, in italiano e nella lingua del luogo, alcuni versi danteschi.

Partner dell’evento, la Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana RSI, in collaborazione con le altre unità SSR, garantirà la trasmissione in diretta streaming delle singole manifestazioni, che potrà essere seguito, a partire dalle 10 di mattina, direttamente sul sito www.dantedi.ch e sul sito www.forumperlitalianoinsvizzera.ch . In seguito, verrà prodotto un video relativo all’evento per i canali web RSI.

Al momento attuale l’evento ha ottenuto il sostegno degli enti seguenti: Fondazione Oertli, CORSI, Istituto italiano di cultura di Zurigo, alcune sedi della Dante Alighieri in Svizzera (Zurigo, Friburgo),Città di Lugano. Altre richieste di sostegno sono in attesa di risposta.


Forum per l’italiano in Svizzera