Matteo Badilatti convocato per il Giro d’Italia

1
1873

La notizia era nell’aria, ora è ufficiale: Matteo Badilatti, il talento della bici su strada di casa nostra, parteciperà al Giro d’Italia 2021 con la squadra francese dell’UCI World Tour “Groupama FDJ”. La convocazione non sorprende chi segue da vicino le gesta del nostro beniamino. È arrivata dopo anni di intenso lavoro e di grande dedizione. “Un sogno che si avvera” ha dichiarato il simpatico Matteo in un’intervista che ha concesso al nostro giornale, proprio prima di fare le valigie per Torino, da dove, sabato, inizierà il suo Giro d’Italia.

Con quali aspettative? Chi segue il ciclismo professionistico sa che è uno sport di squadra, dove ognuno degli otto selezionati garreggia con un ruolo ben determinato. Nelle recenti uscite alla Volta Ciclista de Catalunya nonché al prestigioso Tour de Romandie, Badilatti ha dimostrato – in particolare in salita – di poter competere con i migliori al mondo della specialità. “Purtroppo il nostro uomo di classifica designato (Thibaut Pinot, ndr) in Italia non sarà al via, per un problema fisico”, ci ha rivelato Matteo. La FDJ andrà quindi all’attacco sempre, per dare spettacolo e cercare di portare a casa qualche risultato importante di giornata. Intanto Matteo un risultato importante già lo ha aggiunto al suo curriculum sportivo: quello di partecipare, come primo valposchiavino cresciuto in valle, a uno dei tre più importanti giri a tappe del circuito mondiale.

Parlando di un ciclista nato e vissuto in provincia – o in una valle sperduta dei grigioni, ci viene da aggiungere -, il grande giornalista Gianni Brera ebbe a dire: solo in provincia si coltivano le grandi malinconie, il silenzio e la solitudine indispensabili per riuscire in uno sport così faticoso. Matteo ha conosciuto queste realtà, e ce l’ha fatta.


Bruno Raselli

1 COMMENTO