Un festival nelle case di riposo svizzere: Poschiavo protagonista

0
908

Giovedì 20 maggio, 14 case di riposo ospiteranno 14 esibizioni di altrettanti intrattenitori, come omaggio al personale e agli ospiti, che a loro volta offriranno un “palco” per supportare la categoria degli intrattenitori dal vivo. Anche il Centro Sanitario Valposchiavo sarà protagonista, con la performance del fisarmonicista Doriano Ferri.

L’Altersheim für Kultur Festival, organizzato da Stagend.com, coinvolge quattro aree linguistiche della Svizzera e 14 realtà diverse: Zurigo, Berna, Basilea, Lucerna, San Gallo, Ginevra, Friborgo, Locarno, Bellinzona, Lugano, Giubiasco, Muralto, Poschiavo e Samedan. Questa giornata è stata fortemente voluta da un donatore anonimo, nato e cresciuto a Poschiavo, vicino a Stagend.com, per “donare un momento di speranza in un momento molto difficile, soprattutto a chi ha sofferto in modo diretto questa pandemia”. La giornata si concluderà con un concerto acustico della band Flugmodus in diretta su Facebook (https://fb.me/stagend), così da riuscire ad arrivare in tutte le case per anziani della Svizzera.

“Quando il nostro donatore anonimo ci ha chiesto di portare un po’ di buonumore a chi ha sofferto molto, – dichiara Marco Alberti, CEO e co-fondatore di Stagend.com, nato e cresciuto a Davesco, Lugano – abbiamo subito pensato alle case di riposo. Gli intrattenitori torneranno finalmente a svolgere il loro mestiere che è stato tra i più toccati dalle varie restrizioni. Pensiamo per esempio all’impossibilità di suonare ad eventi privati come matrimoni o feste aziendali. Stagend.com si augura che questa giornata porti speranza in una ripartenza della vita culturale, nel rispetto dei provvedimenti in atto”.

Come anticipato, l’artista Doriano Ferri, insegnante presso la Scuola Musicale Poschiavo, si esibirà presso il Centro Sanitario. Nato a Brescia il 26 settembre 1978, si iscrive al conservatorio A.Boito di Parma dove, sotto la guida dl M. Contini Roberto, si diploma in Trombone nel 2001. All’età di 18 anni, sotto la guida del M. Mauro Bonatti, cambia il sistema di studio passando, dopo un anno di duro lavoro, dalla fisarmonica a piano a quella cromatica. Contemporaneamente agli anni di studio, lavora con le più grosse orchestre da ballo in tutto il nord Italia, come fisarmonicista e trombonista, raggiungendo anche le 180 serate in un anno. Dopo il diploma si dedica in particolare alla composizione di brani per fisarmonica.

Nel 2006 si trasferisce a Tirano dove collabora come insegnante e direttore artistico con alcune associazioni musicali della zona come l’ass. “Fisarmoniche Valtellina” e il “Corpo musicale di Valfurva”. In poco tempo gli allievi e le collaborazioni aumentano e dal 2007 si dedica soprattutto all’insegnamento. Ad oggi collabora come insegnante anche con “Banda insieme Sondalo”, “Banda musicale di Villa di Tirano”, “Filarmonica Bormiese” e con la Scuola musicale Poschiavo. Nel 2011 nasce la  passione per due strumenti che lo spingono ad intraprendere, nel tempo libero, anche lo studio del sassofono, seguito dal M. Marco Ronconi, e del canto, con la M. Consuelo Orsingher.

In attesa di nuovi sviluppi, Stagend si tiene pronta a gestire una “ondata” di eventi appena la situazione pandemica lo renderà possibile. “Attualmente stiamo riscontrando un incremento dell’80% di richieste per piccole feste private rispetto all’anno scorso. “Questo ci rallegra, – conclude Marco Alberti – “perché significa che le persone hanno voglia di tornare ad organizzare momenti di celebrazione insieme, riducendo magari il numero di invitati, ma non rinunciando al piacere di uno spettacolo/intrattenimento. Il motto svizzero ‘small is beautiful’ oggi vale più che mai anche per il mondo degli eventi, e siamo convinti che possa essere la via (insieme a vaccini e test) per tornare ad assaporare il bello della vita, in sicurezza”.


Marco Travaglia

Caporedattore e membro della Direzione