Al via la quinta stagione di “Giardini incantati”

0
249

Venerdì 16 luglio avrà inizio l’edizione 2021 dell’apprezzata serie di concerti estivi «Giardini incantati». Per la quinta volta nel ricco programma culturale dell’estate valposchiavina diversi giardini del borgo offriranno le quinte per i concerti a cadenza settimanale, i quali saranno coronati da una degustazione di vini locali. Da quest’anno l’inizio delle manifestazioni è posticipato alle ore 18.

È storicamente risaputo che la ricchezza dovuta al successo degli emigranti ha permesso nella seconda metà del 19° secolo la costruzione di nuovi edifici e il rinnovo di facciate esistenti, conferendo al centro di Poschiavo il suo aspetto caratteristico e il suo fascino cosmopolita. Ma ad affascinare non sono solo i sontuosi palazzi, bensì pure i rigogliosi giardini, considerati a tutti gli effetti parte integrante delle case signorili e componente della singolare urbanistica della località. «Giardini incantati» permette per qualche ora l’apertura al pubblico di questi giardini, altrimenti non accessibili poiché prevalentemente di proprietà privata.

1° concerto: Lotus Crash nel giardino di Casa Matossi Lendi
Il primo appuntamento è fissato per le ore 18 di venerdì 16 luglio con la band Lotus Crash. Lotus Crash unisce 4 improvvisatori straordinari dalle biografie musicali molto diverse tra loro.
Tutti e quattro hanno partecipato a progetti importanti e artisticamente indipendenti e hanno lavorato insieme in costellazioni diverse da molto tempo. Ciò che condividono è la loro idea di suono e di estetica. Il quartetto suona in modo crudo e arcaico, ma sorprende per il suo sound caldo ed espressivo. Il repertorio comprende temi nuovi, ma anche brani dei loro musicisti preferiti come Andrew Cyrill, Roscoe Mitchell o Adam Lane.
Lotus Crash sperimenta l’uso di tecniche contemporanee, con forme spezzate e hidden composition, il cui risultato è un jazz creativo davvero interessante.
In caso di brutto tempo il concerto si terrà presso il Punto Rosso.

2° evento: Il Trio MUT accompagna musicalmente uno storico film muto
La rassegna musicale «Giardini incantati» e il piccolo cineclub «I Film di Devon House» per la prima volta uniscono le forze e propongono una straordinaria serata dal sapore vagamente rétro. Sabato 17 luglio alle ore 21 nel rigoglioso giardino di Devon House sarà proiettato il film storico degli anni ’30 “Un viaggio attraverso i Grigioni, non la via più breve, ma la più bella con la ferrovia retica e del Bernina attraverso l’Engadina e il passo del Bernina verso l’Italia”. La pellicola è una vera e propria rarità venuta alla luce per caso recentemente e che è stata regalata da privati alla Biblioteca cantonale dei Grigioni. È stato subito chiaro che alcune di queste immagini in bianco e nero e un po’ sfocate erano una sensazione. Le bobine contengono filmati estivi della Ferrovia retica da tempo perduti. Insieme all’associazione Memoriav e all’Ufficio della cultura dei Grigioni, la Biblioteca cantonale ha digitalizzato il materiale cinematografico di sei contenitori.
Ad accompagnare musicalmente la proiezione del film muto ci penserà il Trio MUT. Il gruppo lavora con un materiale musicale delicato e intrecciato. Il risultato è un mondo d’ascolto microcosmico pieno di suoni non ortodossi ed estremamente sorprendenti, puramente acustici, che si condensano in texture multistrato e mettono l’ascoltatore di fronte a un cosmo sonoro estremamente vivace e in costante cambiamento.
I posti sono limitati, per tanto è consigliata la prenotazione su valposchiavo.ch/devonhouse.
In caso di brutto tempo la proiezione avverrà presso la chiesa riformata.

L’entrata a tutti i concerti è gratuita, possono essere devolute delle offerte.
Tutti i dettagli su giardini-incantati.ch


Valposchiavo Turismo