La Timbaer Skimanufaktur si aggiudica il Prix Montagne 2021

0
101

I 40’000 franchi del Prix Montagne 2021 vanno alla Timbaer, giovane azienda appenzellese. Andreas Dobler e Dano Waldburger, falegnami di formazione, fabbricano sci di alta qualità con un nucleo di legno brevettato. Anche il premio del pubblico ha preso la direzione della Svizzera orientale: ad aggiudicarsi i 20’000 franchi finanziati dalla Mobiliare Svizzera Società Cooperativa nel quadro del suo impegno sociale è infatti il sentiero cime degli alberi Neckertal.

Visibilmente commossi, Andreas Dobler e Dano Waldburger hanno ritirato il Prix Montagne 2021 in occasione dell’odierna cerimonia a Berna: «Negli ultimi anni, abbiamo investito tantissima energia per realizzare il sogno di produrre un nostro sci», ha spiegato Waldburger. «Vedere riconosciuto questo sforzo è una gioia immensa e la conferma di essere sulla strada giusta.» L’obiettivo di sviluppare uno sci che possa essere condotto con tecnica sportiva ma senza troppo dispendio di forze è stato raggiunto, il che ha attirato sull’azienda l’interesse dell’intero settore. Oggi, la ditta vende un centinaio di paia di sci Timbaer l’anno, ma parallelamente concepisce e produce anche materiale per altri marchi. Bernhard Russi, ex campione di sci alpino e Presidente della giuria del Prix Montagne, è orgoglioso del progetto vincitore: «Andreas e Dano hanno sviluppato un prodotto autentico dal notevole impatto, non vedo l’ora di testare uno sci Timbaer».

Premio del pubblico al sentiero cime degli alberi Neckertal

Il primo sentiero sulle cime degli alberi in Svizzera si trova a Mogelsberg, nel Togghenburgo, e ogni anno attira nella Neckertal circa 100’000 visitatori. Il successo popolare è del resto stato confermato anche dalla votazione online, con la maggior parte dei circa 6500 voti andata al progetto in questione. «Il sentiero sulle cime degli alberi è l’esempio perfetto di come favorire il turismo dolce per vivacizzare le regioni periferiche. Attira persone alla ricerca di un’esperienza nella natura e crea al contempo preziosi posti di lavoro», ha spiegato Florian Knapp, Senior Manager Communicazione CSR presso la Mobiliare Svizzera Società Cooperativa.

Premio annuale dal 2011

Il Prix Montagne viene assegnato dal Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB) e dall’Aiuto svizzero alla montagna a progetti che contribuiscono palesemente e in modo esemplare alla creazione di valore aggiunto, all’occupazione o alla diversificazione economica delle regioni di montagna.

Nel 2021, si sono candidati 59 progetti, tra i quali la giuria ha selezionato i sei finalisti in lizza per il montepremi di 40’000 franchi. Anche quest’anno il concorso prevedeva inoltre il conferimento di un premio supplementare del pubblico dotato di 20’000 franchi e finanziato dalla Mobiliare Svizzera Società Cooperativa. Alla votazione online hanno partecipato circa 6500 persone.

I sei finalisti provengono da regioni diverse e dimostrano con grande efficacia come si possono sfruttare i punti forti delle regioni di montagna e migliorarne le condizioni economiche. Questi progetti e la loro attuazione sistematica si prestano a fungere da modello e ispirazione anche per gli abitanti di altre regioni.