Coronavirus: direttive uniformi per quanto riguarda i test nel settore sanitario

0
314

Nei Grigioni vengono uniformate le direttive per quanto riguarda i test nelle aziende del settore sanitario. A partire dal 13 settembre 2021, per il personale non vaccinato o non guarito di ospedali, cliniche, case per anziani e di cura, servizi Spitex, centri abitativi per persone disabili e strutture di custodia collettiva diurna vigerà l’obbligo di sottoporsi a un test due volte alla settimana. Sempre a partire da lunedì 13 settembre 2021 per i visitatori di questi istituti vi sarà l’obbligo di esibire un certificato COVID (testato, vaccinato, guarito) valido all’ingresso.

L’obbligo dei test regolari per collaboratori non vaccinati e non guariti ha l’obiettivo di tutelare i pazienti nonché gli ospiti di istituti medico-sociali da focolai di contagio da coronavirus. Conformemente all’art. 40 cpv. 2 della legge sulle epidemie, i Cantoni possono limitare l’accesso a determinati edifici e aree e l’uscita dagli stessi. In virtù della medesima base legale il Cantone prevede che i visitatori debbano esibire un certificato (testato, vaccinato, guarito). Con decreto governativo del 7 settembre 2021 un risultato negativo ai test nelle aziende è stato equiparato a un certificato (testato, vaccinato, guarito) della Confederazione. Sono stati altresì equiparati altri test ammessi dalle autorità o dalle istanze competenti.

È esentato dall’obbligo del test il personale delle strutture per l’istruzione scolastica speciale nel settore della scuola dell’obbligo nonché il personale dei centri abitativi nel settore della formazione professionale di base, delle scuole medie superiori nonché del grado terziario.

Andare a prendere i bambini all’asilo nido non è considerato quale visita e rimane possibile senza certificato valido.

Obbligo del test già introdotto in diverse aziende
Diverse aziende del settore sanitario del Cantone hanno già introdotto un obbligo del test per il proprio personale. Con l’estensione delle direttive per quanto riguarda i test nel settore sanitario, il Governo uniforma le regole per tutti gli impiegati delle corrispondenti aziende del Cantone.

I test ripetuti e mirati del personale non vaccinato o non guarito di ospedali, case per anziani e di cura, servizi Spitex e centri diurni sono raccomandati dall’UFSP. In questo modo si intende ridurre in misura considerevole il rischio che il virus venga introdotto in un’azienda in caso di basso tasso di vaccinazione del personale sanitario e di assistenza dell’azienda stessa. Minore è il tasso di copertura vaccinale negli istituti medico-sociali maggiore è il rischio di focolaio.

Obiettivo di vaccinazione: 800 persone al giorno
L’Ufficio dell’igiene pubblica ha registrato un forte aumento del numero di casi in tutto il Cantone. Al fine di raggiungere prima dell’inverno un tasso di vaccinazione sufficientemente elevato nei Grigioni, nelle prossime settimane dovrebbero farsi vaccinare 800 persone al giorno. Attualmente nei Grigioni 5 pazienti COVID si trovano nei reparti di terapia intensiva e sono sottoposti a respirazione artificiale. In totale sono 16 le persone ricoverate.