Mostra Vanni Scheiwiller “editore svizzero” in Galleria Pgi

30 ottobre ore 17.00

0
91
Foto di Alina Kalczyńska Scheiwiller

La Pro Grigioni Italiano organizza nella propria sala espositiva di Poschiavo la mostra delle edizioni di Giovanni e Vanni Scheiwiller dedicate alla cultura e all’arte elvetica.

La famiglia degli editori era originaria di San Gallo e per quanto insediata in Italia mantenne sempre un rapporto d’affetto e d’appartenenza con il paese di provenienza. Lo dimostrano i volumi esposti in mostra (di piccolo o piccolissimo formato o in cartella a fogli sciolti per i libri d’artista), dedicati a poeti e artisti specialmente della Svizzera italiana. Oltre ai libri saranno esposti documenti, immagini e prove d’artista.

Il padre Giovanni (1889-1965) pubblica prevalentemente libri d’arte (Arte Moderna Italiana e Arte Moderna Straniera), mentre il figlio Vanni (1934-1999) all’arte affianca un costante interesse per la poesia, diventando così uno dei più importanti editori di poesia del Novecento. Ed entrambi si interessano della letteratura e cultura della minoranza retoromancia pubblicando diverse antologie e volumi.

Nelle edizioni “All’Insegna del Pesce d’Oro” trova un posto di rilievo la poesia di area ticinese, del decano Francesco Chiesa e poi dei quasi coetanei dell’editore, Giorgio e Giovanni Orelli, ma anche Antonio Rossi, Paolo Di Stefano, Silvana Lattmann, Federico Hindermann. Nelle prestigiose edizioni Scheiwiller figura anche il maggior poeta grigionitaliano Remo Fasani.
È però all’arte – sua seconda vocazione, accanto a quella di editore di poesia e supportata da una lunga attività di critico, studioso e organizzatore di mostre e di eventi, da puntuale “cronista d’arte”, come riduttivamente si definiva – che Vanni dedica particolare attenzione: ne nascono i tanti volumetti legati all’opera di Italo Valenti e Massimo Cavalli, e l’importante serie della “Collana Pieter Coray di scultura”.

E poi i libri d’artista in cui compaiono I gentiluomini nottambuli di Vittorio Sereni, e Grytzko Mascioni che in Adriatico presenta la sua ballata Le città bianche del sud, con acquerelli di Pierre H. Lindner.
I libri esposti sono in gran parte di proprietà della signora Alina Kalczyńska Scheiwiller, e alcuni sono stati richiesti presso la Biblioteca Nazionale Svizzera.
La mostra è a cura di Alina Kalczyńska Scheiwiller, Laura Novati e Alessandro Ripamonti.

L’esposizione è dedicata al ricordo
di Mario Novati (1941-2020), medico oftalmologo con il proprio studio a Poschiavo, e umanista e amico di Vanni.


Inaugurazione della mostra:
Poschiavo, Sala Torre
Sabato 30 ottobre 2021, ore 17.00

Il primo giorno d’apertura è prevista la presentazione della mostra presso la Sala Torre di Poschiavo con alcuni interventi sul percorso editoriale e la scelta dei poeti e artisti svizzeri, sia di area italofona che della letteratura romancia.

Interventi di:
• Laura Novati, Gli Scheiwiller editori “svizzeri”
• Chasper Pult, La cultura romancia nelle edizioni Scheiwiller
• Ospite: Alina Kalczyńska Scheiwiller
• Moderazione: Giovanni Ruatti

Sarà proiettata la conversazione fra Vanni Scheiwiller e Arnoldo Mondadori registrata dalla RTSI nel 1968.

Biografie dei relatori e degli ospiti

Laura Novati, nata a Brescia, ha insegnato italiano e latino nei licei. Lasciata la scuola, ha avviato una serie d’attività in campo editoriale e giornalistico. Ha partecipato alla redazione dell’Enciclopedia Europea Garzanti e ha diretto la revisione della sezione germanistica del Dizionario Bompiani degli autori e delle opere. Ha tradotto diverse opere dal tedesco e dall’inglese. Dopo la scomparsa dell’editore Vanni Scheiwiller (1934-1999), ha contribuito alla sistemazione dell’archivio Scheiwiller, e pubblicato il volume Giovanni e Vanni Scheiwiller editori. Catalogo storico 1925-1999. Ha ideato e curato i volumi sinora usciti della collana Pietra verde del Museo di Tirano (Camillo De Piaz, Scritti d’arte; Paolo Sarpi, Breve relazione di Valtellina; Mario Negri, Pietre di valle).

Chasper Pult, nato a Sent in Bassa Engadina, ha studiato linguistica e lingue romanze alle Università di Parigi e Zurigo. Ha insegnato alla Scuola cantonale grigione e alle Università di Ginevra, Friburgo, Zurigo e Bolzano. È stato membro del Consiglio direttivo di Pro Helvetia e presidente della Lia Rumantscha. Nel 1996 ha fondato il Centro Culturale Svizzero Pro Helvetia a Milano (CCS), di cui fino al 2001 è stato direttore e responsabile degli scambi culturali tra l’Italia e la Svizzera. Tiene conferenze in Svizzera e all’estero, realizza progetti culturali e conduce programmi radiofonici. Nel 2013 la Fondazione Oertli gli ha conferito il premio per aver contribuito in maniera determinante a far conoscere la cultura retoromancia nel contesto elvetico.

Alina Kalczyńska, nata e cresciuta in Polonia dove si è diplomata in xilografia e grafica del libro presso l’Accademia delle Belle Arti di Cracovia. Si è dedicata alla grafica editoriale, al manifesto, alle stampe, alla xilografia; in quest’ultimo ambito fa parte dell’Associazione internazionale degli xilografi (XILON). Ha all’attivo quaranta mostre personali e la partecipazione alle principali esposizioni internazionali di grafica. Nel 1980 ha sposato Vanni Scheiwiller e si è trasferita a Milano, affiancando il marito in una collaborazione ventennale per le edizioni Scheiwiller. Si è occupata in particolar modo dei libri d’artista, aprendo anche alla conoscenza per l’editoria italiana dei poeti polacchi come Czesław Miłosz e Wisława Szymborska. Dopo la scomparsa del coniuge (1999) inizia a riordinare l’archivio storico delle edizioni di Giovanni e Vanni Scheiwiller.


Mostra Vanni Scheiwiller “editore svizzero” – Orari d’apertura
Poschiavo, Galleria Pgi (affacciata sulla piazza comunale di Poschiavo)
Dal 31 ottobre al 21 novembre 2021
Dal giovedì alla domenica, ore 15.00-17.00

L’evento gode del sostegno di: Promozione della Cultura Cantone dei Grigioni, Promozione della Cultura Comune di Poschiavo, Repower L’energia che ti serve, Banca Raiffeisen.

Per scaricare la locandina clicca qui.

Informazioni:
• Per assistere all’incontro inaugurale in Sala Torre e visitare la mostra in Galleria Pgi è obbligatorio esibire il Certificato Covid o il Green Pass con un documento d’identità valido.
• In Galleria Pgi è obbligatorio l’utilizzo della mascherina.
• Informazioni e prenotazioni posti a sedere: www.pgi.ch/valposchiavovalposchiavo@pgi.ch – T 0041 (0)81 834 63 17