Le ragazze fanno politica

0
142
©Olivia Aebli-Item

È noto che le donne sono sottorappresentate in politica. Con il parlamento delle ragazze l’Ufficio di coordinamento per le pari opportunità permette alle giovani donne di raccogliere prime esperienze nell’attività parlamentare. Il parlamento si terrà per la quarta volta l’11 novembre 2021, per la prima volta con l’interpretazione simultanea in italiano. Le 72 ragazze saranno accompagnate da 15 parlamentari.

Quando alle ore 09:45 dell’11 novembre 2021 la Presidente del Gran Consiglio Aita Zanetti aprirà la sessione nella sala del Gran Consiglio, per una volta di fronte a lei non sederanno solo i 120 granconsiglieri, bensì anche 72 ragazze grigionesi che frequentano il grado superiore della scuola popolare o il liceo. Al 4° parlamento grigionese delle ragazze queste ultime si confronteranno con questioni politiche attuali, elaboreranno richieste relative a quattro temi selezionati e ne discuteranno. Alla fine della giornata consegneranno le petizioni elaborate al Consigliere di Stato Mario Cavigelli che saranno poi trattate dal Gran Consiglio.

Per la prima volta con l’interpretazione simultanea in italiano
Nella loro attività parlamentare le ragazze saranno sostenute da 13 membri del Gran Consiglio nonché da una deputata in carica e un’ex deputata al Consiglio comunale di Coira. Grazie all’interpretazione simultanea le 15 partecipanti italofone potranno esprimersi nella loro lingua madre. L’Ufficio di coordinamento per le pari opportunità dei Grigioni organizza questo evento nel quadro della giornata nazionale Nuovo futuro.

Argomenti di discussione correlati ai dossier politici di attualità
In sede di iscrizione le partecipanti scelgono una delle seguenti priorità tematiche. Il tema «Genere e sessismo» è particolarmente gettonato. In mattinata nelle commissioni verranno elaborate richieste dedicate anche ad altri temi come cambiamenti climatici, futuro nei Grigioni nonché la formazione e la digitalizzazione. Gli argomenti sono correlati ai dossier politici di attualità e ai dibattiti sociali in corso. A mezzogiorno la Sessione dei giovani dei Grigioni si presenterà per delineare possibili ulteriori modi per la partecipazione politica. «È importante che ai giovani venga offerta la possibilità di fornire un contributo sulla base delle proprie esperienze», spiega Barbara Wülser, responsabile dell’Ufficio di coordinamento per le pari opportunità per donne e uomini.