Replica della Pgi all’articolo «Presenza grigionitaliana? Sì, ma a discrezione del Governo», 11.11.2021

0
151

Riceviamo e pubblichiamo una replica della Pgi ai contenuti dell’articolo “Rappresentanze grigionitaliane? Sì, ma a discrezione del Governo“. Secondo il nostro punto di vista, il cronista si è limitato a riportare quanto sostenuto dai documenti ufficiali.
Per chi volesse approfondire, rimandiamo ai seguenti link:
https://ilbernina.ch/wp-content/uploads/2021/11/Wortlautprotokoll_Grosser_Rat_16.06.2021_Vo2-1.pdf
https://www.gr.ch/IT/istituzioni/parlament/PV/Seiten/20210827Bondolfi07.aspx.
(La Direzione)

La Pgi intende replicare a quanto contenuto nell’articolo in questione precisando quanto segue:

–        Non è vero che il Governo ha chiesto alla Pgi di fornire delle candidature per rappresentare il Grigionitaliano in seno alla commissione GrDigital.

–       Non è vero che il verbale, citato nell’articolo, riporta che alla Pgi era stato chiesto di esprimere delle candidature.

–       Non è vero – e questo è un errore del verbalista – che la Pgi era presente all’evento informativo del novembre 2020.

–       Non è vero che esiste un termine o un “tempo previsto” per inoltrare le candidature.

La Pgi è molto sorpresa dall’articolo, sia nel merito che nella forma, specialmente alla luce dei nostri svariati sforzi per avere qualcuno che dia voce all’italofonia grigionese all’interno di GrDigital.

Cogliamo comunque l’occasione per sollecitare chiunque abbia dei progetti in ambito digitale a sottoporli alla neonata commissione, affinché anche il Grigionitaliano possa approfittare di questa opportunità di sostegno ai nuovi progetti innovativi nel settore. Sul sito dell’associazione sono indicate le modalità di inoltro delle richieste, le linee guida e i criteri cardine per ottenere i contributi.