I test nelle scuole e nelle aziende stanno raggiungendo i propri limiti di capacità

0
383
KEYSTONE/Gaetan Bally

Nelle scorse settimane il numero di test effettuati nel quadro della campagna di test nelle aziende e nelle scuole dei Grigioni è aumentato sensibilmente. A livello nazionale i laboratori sono sovraccarichi. Di conseguenza i campioni non possono essere analizzati in tempo utile. Il Cantone ha quindi adottato provvedimenti immediati per mantenere il programma grigionese di test.

Nei Grigioni i test nelle aziende e nelle scuole godono di un’accettazione talmente elevata che stanno raggiungendo i propri limiti di capacità. Attualmente nei Grigioni vengono analizzati più di 40 000 test alla settimana. I laboratori sono sovraccarichi in tutta la Svizzera, perciò i campioni non possono essere analizzati in tempo utile. Al fine di mantenere i test ripetuti, il numero di test deve essere adeguato alle capacità dei laboratori. Per questo motivo il Cantone dei Grigioni ha emanato provvedimenti immediati.

Provvedimenti per i test nelle scuole:

  • Fino a nuovo avviso i test verranno effettuati una volta alla settimana; a seguito delle capacità dei laboratori effettuare i test due volte alla settimana è possibile solo in casi eccezionali e d’intesa con la direzione del progetto dei test nelle scuole;
  • I bambini e gli adulti che presentano sintomi sono invitati a rimanere a casa e a sottoporsi a un test presso una struttura riconosciuta (centro di test, medico di famiglia o farmacia; non nel quadro dei test nelle scuole);
  • Se in una classe risultano positive al test almeno quattro persone, l’intera classe viene posta in quarantena per 10 giorni e viene introdotto l’insegnamento a distanza.

Adeguamento dei test nelle aziende:

  • Fino a nuovo avviso ogni persona può effettuare al massimo tre test alla settimana;
  • Le persone (vaccinate e non vaccinate) che presentano sintomi sono pregate di effettuare un test presso una struttura riconosciuta (centro di test, medico di famiglia o farmacia) e non nel quadro dei test nelle aziende;
  • In linea di principio, nel quadro dei test nelle aziende le persone vaccinate non dovrebbero sottoporsi regolarmente al test, bensì al massimo una volta a settimana;
  • Chi è stato a contatto con persone contagiate deve ora effettuare il test solo ogni due giorni. Chi in casi eccezionali necessita di una frequenza di test più elevata dovrebbe sottoporsi a un test rapido presso una struttura riconosciuta. In presenza di sintomi i test sono gratuiti presso tutti i centri di test.
  • I certificati COVID ottenuti a seguito dei test nelle aziende rimarranno gratuiti probabilmente fino alla fine della stagione invernale. Tuttavia una trasmissione del certificato COVID gratuito rilasciato a seguito dei test in azienda non può essere garantita entro le 48 ore. Si raccomanda perciò alle persone che hanno assolutamente bisogno di un certificato di rivolgersi a una struttura riconosciuta (centro di test, medico di famiglia o farmacia).

L’Ufficio dell’igiene pubblica fa appello al sostegno della popolazione
I test ripetuti dimostrano la loro efficacia. Grazie ai test regolari nelle scuole e nelle aziende è possibile individuare e interrompere tempestivamente le catene di contagio. Questi provvedimenti contribuiscono a controllare a lungo termine l’evoluzione della pandemia nei Grigioni. Al fine di mantenere i test ripetuti occorre adeguare il loro numero alle capacità dei laboratori. Se con i provvedimenti summenzionati non sarà possibile ridurre il numero di test, dovranno essere presi in esame altri provvedimenti (ad esempio la sospensione dei certificati gratuiti). Lo scopo dei provvedimenti consiste nel mantenere i programmi di test.

Limitando i contatti personali, indossando la mascherina, assicurando una frequente areazione dei locali e lavandosi regolarmente le mani tutti possono contribuire a rallentare l’attuale ondata di contagi.