“Biscotti alle noci” dei Pusc’ciavin da Coira ad aprile a Poschiavo

1
750

Interpretata dai Pusc’ciavin da Coira, la Commedia dialettale in 3 atti di Nino Criscione con traduzione e adattamento di Antonio Godenzi dal titolo “Biscotti alle noci”, arriverà a Poschiavo i primi due giorni di aprile.

Trama
Due oriundi poschiavini cercano un appartamento a Poschiavo per un lavoro a tempo determinato: lei, la signora Saltarelli, presso l’ufficio postale, lui, il dottor Sallanà, nell’amministrazione comunale; perciò si rivolgono all’unica agenzia immobiliare presente. Per un caso fortuito si trovano a visitare lo stesso appartamento (l’unico disponibile in quel periodo) che per una regola condominiale (imposta dalla sorella del Prevosto, la signorina Polentini) non può essere abitato da persone sole.

Dopo lunghe insistenze l’agente convince i due a coabitare, fingendo d’esser marito e moglie. Ma loro una moglie e un marito rispettivo già ce l’hanno.

A creare scompiglio ci penseranno la signorina Polentini e la zia di Rocco, il marito della signora Saltarelli; dei biscotti, un paio di guanti e un premio della lotteria dell’Espo contribuiranno a provocare ulteriore trambusto.

Rappresentazioni
Le rappresentazioni si terrano presso la Scuola Santa Maria a Poschiavo in 3 date:

  • 1 aprile, ore 20.00
  • 2 aprile, ore 14.30
  • 2 aprile, ore 20.00

Per effettuare la prenotazione online sul sito di Valposchavo Turismo clicca qui.

Per scaricare la locandina clicca qui.

1 COMMENTO

  1. La commedia dialettale in poschiavino “Biscotti alle noci” ha raccolto a Coira applausi a non finire. Tutti meritati, tutti concessi per una lunghissima serie di battute tra l’esilarante e lo spassoso, per tante situazioni a volte buffe, altre volte farsesche, sempre divertenti, sullo sfondo di una comicità “lacrimale” (dal ridere).
    Il gruppo, che ha creato un fortissimo spirito di squadra, ha saputo dare (coi tempi che corrono) una ventata di ottimismo, grazie anche alla spiccata capacità di recita delle attrici e degli attori, tra il molto buono e l’eccelso (esageri miga!).