COVID-19: Commissione sostiene l’ancoraggio a livello legislativo per i casi di rigore

0
36
pixabay

La Commissione per l’economia e le tasse del Gran Consiglio (CET) raccomanda al Gran Consiglio di approvare la legge cantonale sui casi di rigore COVID-19 e la legge cantonale COVID-19 eventi pubblici.

Sotto la direzione della presidente della Commissione Carmelia Maissen e in presenza del Presidente del Governo Marcus Caduff, direttore del Dipartimento dell’economia pubblica e socialità, la CET ha discusso in via preliminare i messaggi del Governo relativi all’emanazione di una legge cantonale sui provvedimenti per i casi di rigore concernenti le imprese in relazione all’epidemia di COVID-19 nel 2022 e di una legge cantonale sui provvedimenti per eventi pubblici di importanza sovracantonale in relazione all’epidemia di COVID-19. Essa è entrata all’unanimità nel merito dei due affari e raccomanda al Gran Consiglio di approvare a sua volta all’unanimità entrambi gli oggetti.

Legge sui casi di rigore per la continuazione del programma federale per casi di rigore
In relazione al programma per casi di rigore 1 della Confederazione, il Cantone aveva emanato un’ordinanza di necessità valida fino alla fine del 2021. Il programma per i casi di rigore 2, emanato dal Consiglio federale il 1° febbraio 2022 e valido per il 2022, deve ora essere attuato a livello cantonale non più mediante un’ordinanza di necessità, bensì attraverso un processo legislativo ordinario. A seguito della persistente situazione pandemica e delle conseguenti difficoltà per le imprese, la CET ha ritenuto indubbio il fatto che il programma per casi di rigore 2 debba essere attuato anche nel Cantone dei Grigioni.

Protezione per eventi pubblici di importanza sovracantonale
Anche l’ordinanza sui provvedimenti concernenti eventi pubblici di importanza sovracantonale emanata dal Consiglio federale l’anno scorso è stata attuata dal Cantone mediante un’ordinanza di necessità valida fino al 30 aprile 2022. Anche in questo caso il Consiglio federale ha ora prolungato la durata di validità dell’ordinanza, il che presuppone a sua volta un’azione cantonale se le spese scoperte per l’annullamento di eventi pubblici a seguito del coronavirus devono continuare a essere assunte nel Cantone. Come per i casi di rigore, il Governo propone di emanare una corrispondente legge, ciò che viene valutato necessario e corretto da parte della CET.

Urgenza
Secondo la proposta del Governo entrambi gli atti normativi devono essere considerati urgenti. Ciò significa che essi entrano in vigore prima della scadenza del termine di referendum, poiché la loro attuazione non può essere posticipata. Questo significa che, immediatamente in seguito alle decisioni del Gran Consiglio, da un lato le garanzie dei versamenti di contributi per casi di rigore per cali della cifra d’affari potranno avvenire da gennaio 2022 e d’altro lato che gli eventi pubblici di importanza sovracantonale potranno essere inseriti nella protezione tra maggio e dicembre 2022. La CET accoglie con esplicito favore questo modo di procedere.

Il Gran Consiglio discuterà i due messaggi nella sessione di aprile 2022.