Vladimir Valdivia torna in Casa Console

0
84

Sabato 14 maggio, alle ore 20.30, in Casa Console, in programma il concerto del pianista Vladimir Valdivia. Uno spaccato di composizioni classico-romantiche per pianoforte, che spazia da Bach, Beethoven, Chopin, Liszt e Brahms ad Albeniz, Granda e Moliero e propone anche un brano ispirato da una popolare melodia peruviana.

Vladimir Valdivia, che già è stato ospite di Casa Console negli anni prima della pandemia, è riconosciuto come interprete estremamente sensibile, che sa trarre dallo strumento le sfumature di varia natura proposte dai brani in programma.

Vladimir Valdivia
Nato a Lima/Perù nel 1970, Vladimir Valdivia ha iniziato gli studi musicali all’età di cinque anni al Conservatorio Nacional de Musica di Lima. Ha tenuto concerti in Perù, Ecuador, Cile, Bolivia e Brasile e ha suonato come solista con diverse orchestre. Nel 1988 ha completato i sui studi e si è laureato a Lima. Nel 1989 Vladimir Valdivia si reca per la prima volta in Germania dove viene ammesso alle lezioni di perfezionamento del prof. Ludwig Hoffmann presso la Musikhochschule di Monaco. Nel 1990 ottiene una borsa di studio del Deutscher Akademischer Austauschdienst. Nel 1991 vince un concorso per registrazioni radiofoniche della Radio Bavarese e della Radio dell’Assia. In seguito il pianista ha frequentato vari corsi di perfezionamento con Vladimir Krainiev, Bruno Leonardo Gelber e Jerome Rose e si è esibito come solista con l’Orchestra sinfonica di Monaco, il Collegium Musicum di Bonn, l’Orchestra sinfonica di Praga, l’Orchestra sinfonica di Karlovy Vary, l’Orchestra da camera georgiana e l’Orchestra sinfonica di Kamakura e Kyoto (Giappone). Dal 1990 in poi Vladimir Valdivia ha inoltre ottenuto grande successo in numerosi concerti in Germania (Berliner Philharmonie, Stuttgarter Liederhalle, Münchner Herkulessaal), in Austria, in Svizzera, in Italia (Festival musicale di Sorrento), in Francia, nella Repubblica Ceca (Sala Dvorak a Praga), in Ungheria (Museo Franz Liszt a Budapest), in Spagna, in Svezia (Festival musicale di Stoccolma), in Giappone, negli Stati Uniti d’America, in Sudafrica (Università di Pretoria e di Johannesburg) e in Sudamerica.

Programma

Bach – Fantasia cromatica in re minore

Beethoven – Rondo in Do maggiore op. 52 n. 1

Beethoven – Foglio d’album “Per Elisa”

Chopin – Notturno in Mi bemolle maggiore

Liszt – Consolation n. 3

Brahms – Intermezzo op. 118 n. 2

Albeniz – “Rumores de la caleta”

Granda – Walzer “Il fiore di cannella”

Moleiro – Sonatina in la minore

Albeniz  – Asturias

*** – “El Condor pasa”