La Regione Bernina informa

0
832

Seduta del 17.08.2022

Preventivo 2023

La Conferenza dei Sindaci ha discusso ed in seguito approvato all’unanimità il preventivo 2023 incluso l’organico dei collaboratori.

Nel 2023 i collaboratori della Regione Bernina saranno i seguenti:

Francesco VassellaDirezione e Ufficio sviluppo regionale
Simona LanfranchiUfficio stato civile
Manuel AuguadriUfficio esecuzioni e fallimenti e segretariato
Renato IsepponiUfficio curatela professionale
Nicola FiolettiApprendista in formazione

Il preventivo 2023 e l’organico potranno essere consultati sul sito della Regione a partire dal 8. settembre 2022 oppure potranno essere visionati presso la sede regionale a Brusio previo appuntamento telefonico (081 839 15 00).

Il preventivo è soggetto a referendum facoltativo, ai sensi dell’articolo 26 dello Statuto della Regione Bernina.
Il termine di 90 giorni per indire il referendum scadrà il 7 dicembre 2022.

Piano finanziario 2023-2025

In conformità con quanto previsto dall’articolo 30 dello Statuto della Regione, è stato presentato alla Conferenza dei Sindaci il piano finanziario per il periodo 2023-2025. La Conferenza dei Sindaci ne ha preso atto.

Accordo di prestazione per lo sviluppo regionale

Nelle scorse settimane sono stati redatti, con la consulenza di uno studio legale, gli accordi di prestazione tra la Regione ed i Comuni per l’istituzione dell’Ufficio per lo sviluppo regionale.

Il testo è stato sottoposto ai Comuni, i quali potranno esprimersi in merito e segnalare richieste di modifiche entro il 23 settembre 2022. Dopo la scadenza di consultazione del termine verrà elaborata la versione definitiva dell’accordo e quindi nel corso dei prossimi mesi la sottoscrizione degli accordi verrà sottoposta ai Comuni, che decideranno in merito.

Promozione precoce

L’Ufficio della curatela professionale ha portato a termine l’analisi sulla promozione precoce, iniziata lo scorso anno e svolta in collaborazione con le istituzioni e le associazioni attive sul territorio. L’incarico alla Regione è stato svolto sul territorio del Comune di Poschiavo – che si assumerà i relativi costi – in quanto il Consiglio comunale di Brusio aveva deciso nel dicembre 2021 di non partecipare all’analisi.

Spetterà ora al Comune di Poschiavo decidere come procedere, al fine di concretizzare quanto scaturito dall’analisi.


Poschiavo, 06.09.2022