L’UDC Grigione si aspetta che il Governo adotti misure precauzionali concrete per affrontare l’imminente crisi energetica.

0
147

Più di due mesi fa il Governo ha istituito un gruppo di crisi cantonale per far fronte all’imminente carenza di energia. Da allora, dopo un vago orientamento mediatico, l’opinione pubblica ha atteso invano misure preparatorie concrete per far fronte a una situazione di crisi. La frazione parlamentare dell’UDC chiede una comunicazione più mirata e piani d’azione concreti per evitare di sprofondare nel caos in caso di inconvenienti. 

In particolare, l’UDC ha posto nella sessione di ottobre vari interrogativi sui seguenti argomenti durante l’ora delle domande:

– Preparazione alla crisi in caso carenza di elettricità o di blackout

– Protezione delle strutture critiche

– Crisi dei prezzi dell’energia e i rispettivi effetti sull’economia del Cantone dei Grigioni

– Situazione attuale degli impianti di risalita e del settore turistico

– Assicurare lo svolgimento dei grandi eventi nel semestre invernale