La nuova presidente Valentina Rada-Zanoli sul Marcù Estivo

0
1392

Entrata in carica lo scorso maggio al posto dell’uscente Lara Boninchi Lopes, oggi la neo presidente del Marcù in Plaza, Valentina Rada-Zanoli, traccia insieme a Il Bernina un bilancio della sua prima esperienza al Marcù Estivo.

Valentina, come presidente del Marcù in Plaza entrata in carica da poco, come valuta questa prima esperienza di gestione del Marcù estivo? Può farci un piccolo bilancio del mercatino conclusosi da poco?
Il bilancio è decisamente positivo, chiaramente essendo entrata in carica da poco non c’è stato molto tempo per grossi cambiamenti, ma mi ritengo comunque pienamente soddisfatta dell’andamento del Marcù estivo. Abbiamo ricevuto diversi apprezzamenti sia dai turisti che dagli stessi cittadini della Valposchiavo. La mia presenza in qualità di presidente ai mercoledì del Marcù in Plaza è stata costante, nonostante non avessi come Lara una postazione di vendita. Durante questi interventi ho riscontrato che le circa 25 bancarelle presenti hanno tutte riscosso un buon numero di visitatori ad ogni appuntamento.

All’interno del comitato ci sono stati degli avvicendamenti, vuole parlarci un po’ di questo e di cosa si propone la nuova gestione sotto la sua presidenza?
Oltre al mio ruolo di nuovo presidente abbiamo un nuovo cassiere e un nuovo membro nel comitato. L’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di mantenere alto il livello di un Marcù che in questi anni ha già raggiunto, grazie alla precedente gestione, una qualità eccellente. Compito di un comitato che pian piano si amalgamerà sempre più nei prossimi anni sarà quello di far funzionare la macchina organizzativa sempre meglio e se possibile migliorare ancora il Marcù.

In questo senso, la scelta di utilizzare solo espositori di prodotti della Valposchiavo ha avuto frutti positivi? Verrà mantenuta anche in futuro?
Questa disposizione, se vogliamo anche meno caotica, delle bancarelle, ha avuto riscontri positivi, sia fra gli espositori che fra i clienti intervenuti. Sicuramente verrà mantenuta anche durante il prossimo mercatino estivo.

E i nuovi banchetti come sono andati?
Anche i nuovi banchetti sono andati molto bene, siamo molto soddisfatti dell’impatto meno aggressivo sull’effetto generale del Marcù. In fondo l’intento voluto, studiato dalla ex presidente Boninchi, scegliendo legni e stoffe meno vistosi, era quello di concentrarsi sul prodotto offerto e non sulla bancarella. Credo che quello che ci si aspettava sia stato raggiunto in maniera ottimale.

Infine, possiamo già dire quale sarà il prossimo appuntamento?
Certamente, aspettiamo tutti l’11 dicembre per il tradizionale Marcù da Natal. A differenza del mercatino estivo abbiamo deciso di lasciare spazio a bancarelle anche non della Valposchiavo per l’edizione natalizia, quindi posso anticipare che ci saranno almeno una sessantina di espositori. Per il resto sarà mantenuta la solita formula con intrattenimenti vari, in particolar modo per i bambini, per i quali riproporremo anche le lanterne realizzate alla scuola d’infanzia.

Avatar photo
Membro della redazione