SkyRace Valmalenco – Valposchiavo: un’emozione lunga 30 chilometri

0
591

Qualcuno, giustamente, potrebbe obiettare e dire: correre è correre. Ma per quanto riguarda la SkyRace Valmalenco – Valposchiavo questo, a mio modo di vedere, non è del tutto esatto. Sarò di parte, ma la SkyRace è diversa ed è appunto una lunga emozione da vivere metro dopo metro, in un ambiente che ti fa battere forte il cuore e ti fa sentire parte di questo mondo, il mondo della montagna. Un ambiente che determina il nostro modo di vivere, il nostro modo di pensare e infine il nostro essere, appunto, gente particolare, gente di montagna. Tornando alla SkyRace, poco importa se a metà strada, dove si scollina e si passa sotto l’arco al Passo di Campagneda, c’è un confine da oltrepassare perché per una volta nulla cambia e sei sempre tu a fare fatica, a sentire le gambe che fanno male ma pure a sentirti veramente vivo. Se pure dentro di te vorresti già essere in fondo, all’arrivo nella bellissima Piazza Comunale di Poschiavo che già sogni ad occhi, speriamo bene aperti, continui a gustare quella particolare emozione che ti fa sentire, per una volta almeno, protagonista di una grande impresa, quale è correre da Lanzada in Valmalenco a Poschiavo, superando 30 chilometri e 2000 metri di dislivello.

Quindi nessun ripensamento! I 30 chilometri sono alla portata, non dico di tutti ma comunque di molti. In cima, in qualche modo ci si arriva poi la discesa è vero è dura e richiede ancora parecchia lucidità, però e mi ripeto, la SkyRace Valmalenco – Valposchiavo è fattibile per molti runners. Certo ci sarà pure una classifica che ai più però non importa. Il titolo da portare a casa è quello di finisher, ovvero sono arrivato a Poschiavo e forse passando il traguardo mi sono pure commosso ma è stato davvero emozionate.  Poi dopo aver ripreso fiato ti ritrovi immerso in quella specie di villaggio, vivace e colorato, creato per l’occasione dai tanti volontari ma soprattutto in quella particolare atmosfera del dopo gara, dove, scambiando a caldo le tue emozioni con altri atleti, ti senti fratello o sorella di tutti quanti e immagini come il mondo potrebbe essere un posto meraviglioso, ma appunto non tutti corrono la SkyRace Valmalenco – Valposchiavo. Quindi, di nuovo non indugiare e iscriviti subito alla gara del 18 agosto; ti aspettiamo.  

Per il comitato organizzativo SkyRace Valmalenco – Valposchiavo

Franco Liver