TERRA NOSTRA tra bilanci e prospettive

0
1456

In genere gli articoli che riassumono un’assemblea generale iniziano indicando data e luogo. Ebbene, non è un caso che TERRA NOSTRA abbia scelto l’agriturismo “Coltiviamo sogni”, a Campascio, per il suo annuale ritrovo. Sabato scorso, infatti, si è parlato di quanto questa giovane associazione abbia fatto nel suo secondo anno di vita e soprattutto di quanto ancora vorrà raggiungere in futuro. Si è quindi parlato di sogni, in un certo senso.

Circa una trentina di persone hanno testimoniato interesse e apprezzamento per questa piccola grande associazione, paladina del paesaggio valposchiavino. TERRA NOSTRA ha proposto un incontro sicuramente meno classico nella forma, ma professionale, vivace ed interessate nei contenuti.

Ma cominciamo dai numeri, quelli dei bilanci, che sono cresciuti… e ciò è un bene. TERRA NOSTRA si sta facendo conoscere, conta al momento una sessantina di soci e nel 2019 ha goduto di contributi di istituzione e fondazioni che le hanno permesso di dare concretamente il via ad alcuni progetti di recupero del paesaggio.

In primavera 2019, TERRA NOSTRA ha proposto un corso di potatura di alberi da frutta e ha collaborato alla manifestazione “Al Gir di Tröcc”, corsa lungo i sentieri tra i più rappresentativi e caratteristici a ridosso del borgo di Poschiavo. In estate l’attenzione è stata rivolta al progetto “fruttipertutti”, idea nata oltralpe e che sta vedendo i suoi primi risultati anche in valle.

L’associazione cresce e con lei la necessità di rendersi visibile e di comunicare facilmente. Il sito www.terranostra-valposchiavo.ch è il nuovo biglietto da visita e canale di contatto di TERRA NOSTRA. E per chi ancora non la seguisse nel mondo virtuale: associazione_terra_nostra esiste pure sul social media instagram.

In autunno TERRA NOSTRA ha poi dato concretamente inizio al progetto di rifacimento dei muri a secco, ricostruendo oltre 200 metri quadrati di muri in località Pagnoncini e Cantone. Questa prima tappa, ne seguiranno altre, è stata realizzabile grazie, in particolare, al sostegno del Canton dei Grigioni, della Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio ed al fondo lotteria del Canton Zurigo, ma anche ai proprietari, coltivatori ed agli impresari della valle.

Ma sotto “valorizzazione del paesaggio” rientra anche la sensibilizzazione della gente. E questo, TERRA NOSTRA ci tiene a sottolinearlo. Durante l’assemblea Martina Menghini-Cortesi e Moreno Costa hanno infatti simpaticamente spiegato come riconoscere e combattere le neofite invasive, che crescono a nostra (più o meno) insaputa nei giardini privati. Piante, anche molto belle, ma infestanti e dominanti, che possono nuocere all’uomo, alla sicurezza ed alla biodiversità. Queste neofite vanno eliminate, evitando che si propaghino al di fuori dei nostri giardini. Per saperne di più:

L’assemblea si è conclusa con “due sciat e un bicchier di vino” per brindare ed augurare a TERRA NOSTRA un buon lavoro nella valorizzazione delle bellezze paesaggistiche che adornano la Valposchiavo.


Il Bernina