Pronto all’impatto

0
0

Pronto all’impatto

Finora l’economia pubblica del Cantone dei Grigioni, ad eccezione delle imprese orientate all’esportazione, é stata colpita solo marginalmente dalle conseguenze della crisi finanziaria ed economica mondiale. Per poter agire immediatamente in caso di un rallentamento forte e prolungato dell’economia, il Governo grigionese ha incaricato i dipartimenti di elaborare delle misure.

Attualmente contribuiscono a stabilizzare la congiuntura numerose misure decise solo di recente.
Nel Cantone dei Grigioni finora il rallentamento economico è stato complessivamente molto più debole di quanto non lo sia stato in altri Paesi e regioni. Il turismo ha avuto un promettente inizio di stagione invernale, per quanto è possibile valutare oggi l’edilizia principale e secondaria fa registrare un buon tasso di occupazione e nel mese di dicembre 2008 il numero di disoccupati è addirittura leggermente calato. Finora sono soprattutto le aziende orientate all’esportazione e l’industria delle macchine a trovarsi più esposte alla crisi economica. Vi è tuttavia il rischio che, in caso di rallentamento forte e prolungato, non vengano risparmiati nemmeno gli altri settori.

Da varie parti si levano proposte per stabilizzare e rilanciare l’economia. Di recente il Cantone dei Grigioni ha già adottato diverse misure che con i loro ampi effetti contribuiscono, in particolare dal 2009, a stabilizzare la congiuntura:

-Riduzione del 5% del tasso fiscale (dal 2009)
-Revisione della legge sulle imposte 2006 (in parte già dal 2008)

tra l’altro aumento della deduzione per i figli; adeguamento della deduzione per le spese di assistenza ai bambini; splitting parziale per i coniugi; esenzione dei discen-denti diretti dall’imposta sulle successioni e sulle donazioni; riduzione dell’imposta sugli utili delle persone giuridiche
-Livello costantemente elevato degli investimenti dell’ente pubblico (preventivo 2009 e piano finanziario aggiornato 2010-2013)
-Revisione della legge sulle borse di studio 2006

tra l’altro aumento del limite d’età, della borsa di studio massima, della durata del diritto alla borsa di studio; nuove norme per il contributo dei genitori; nuove norme per la considerazione degli alimenti e delle rendite
-Aumento dei salari reali come in altre aziende dell’economia privata.

Anche numerosi investimenti (p.es. progetti nel settore del potenziamento di centrali idroelettriche e nel settore alberghiero) e abbassamenti del tasso fiscale nei comuni hanno ampi effetti positivi sulla stabilità dell’economia locale nelle regioni. Inoltre, in vista di possibili periodi di difficile congiuntura, negli ultimi anni il Cantone ha proceduto ad accantonamenti per un importo superiore ai 200 milioni di franchi, che potranno venire impiegati nei prossimi anni a favore di misure di sostegno congiunturale.

Nonostante l’influenza esercitata dalla crisi finanziaria ed economica, non si può omettere di considerare le condizioni quadro a lungo termine. Nei prossimi anni, il margine di manovra politico-finanziario per il Cantone dei Grigioni si ridurrà notevolmente. Fatta questa premessa, a sostegno dell’economia locale vanno sussidiariamente adottate soltanto misure congiunturali che non conducono a un nuovo indebitamento dello Stato, che non hanno un effetto di mantenimento delle strutture e che esplicano i loro effetti nei settori realmente toccati da problemi occupazionali.

Tenendo conto di questi aspetti, il Governo ha incaricato i dipartimenti di elaborare delle misure che permettano di agire nel caso in cui il rallentamento economico dovesse perdurare e aggravarsi.

Queste misure sono orientate in particolare ai settori nei quali gli investimenti dello Stato uniti a quelli di privati inducono un effetto di moltiplicazione.

Il Governo ha inoltre predisposto, in collaborazione con le associazioni economiche grigionesi, un sistema di monitoraggio costante dell’ulteriore evoluzione della situazione economica.

Redatto da Il Bernina – redazione@ilbernina.ch