Esposizione d’arte ”al Fienile”

0
2

Esposizione d’arte ”al Fienile”

Mostra ”Due zurighesi, due poschiavini”(membri del gruppo Kunst-Schaffende, Richterswil).

Partecipanti: Sylvia Scheidegger, Horgen; Elsbeth Fritschi, Richterswil; Fausto Cortesi, Poschiavo/Richterswil; Prospero Crameri, Poschiavo/Richterswil.

Sylvia:

Dal classico della ceramica al tornio, l’artista passa attraverso le varie tecniche per vetrinare, alla vecchia tecnica di cottura giapponese del Rakku.

Sylvia esperimenta con l’argilla, usa quasi esclusivamente la tecnica Rakku e vi aggiunge vecchi e arrugginiti pezzi di metallo. Così crea oggetti con un’espressione particolare, che suscitano impressioni e interpretazioni varie nell’osservatore. Sylvia, come dice lei, ama la ruggine!

Elsbeth:

Nata e cresciuta a Zurigo-Kloten, impara la disegnatrice di tessili. Dopo anni quale professionista, creatrice di stoffe pregiate, Elsbeth riporta i motivi floreali e della fauna, più tardi anche di paesaggi e impressioni della natura, alla pittura con successo.

L’amore per i colori e le forme sono la sua forza motivante. Dal 1996 ha realizzato varie esposizioni, ponendo il suo sapere professionale al servizio dell’arte figurativa.

Fausto:

I suoi quadri sono velati di segreti. Colori raggianti affiorano dall’oscuro e fanno luce su ciò a cui l’artista anela. Nei suoi quadri si percepisce il richiamo del suo spirito, di mettere in dubbio cose logiche. Forse l’artista vuol esprimere con ciò anche la speranza per un mondo migliore.

Colori compatti trovano la possibilità di scorrere, di brillare trasparenti. La qualità della luce raggiunge quella dell’acquarello. Fausto si serve anche di questa tecnica del colore con grande maestria.

Prospero:

E’ un autodidatta estroso. Spesso si lascia ispirare dal materiale. In corsi per creazione plastica, scopre la sua predilezione per questa forma di espressione artistica.

I suoi oggetti di “rottame”, scaturiscono dalla sua tendenza “al non buttare”, accennano critica, umorismo, pensieri burleschi. Le sue sculture da tavolo in sasso saponario e alabastro, ma anche gli oggetti in legno si ritrovano su una strada armoniosa; cercano la forma, la luce e un sorriso.

-Scarica la https://www.ilbernina.ch/documenti/al_Fienileneuende88.pdf

Redatto da Il Bernina – redazione@ilbernina.ch