Frana a Brusio: previsti lavori per un mese

0
10

Comunicato ufficiale del Comune di Brusio sulla frana
Le Autorità comunali desiderano informare la popolazione di Brusio, ed in modo particolare gli abitanti della zona adiacente al Viadotto di Brusio, in merito alla frana verificatasi martedì 8 gennaio 2013.

Martedì 8 gennaio, verso le ore 17:00, un importante scoscendimento si è staccato dal versante sinistro del comune, nei pressi del Viadotto di Brusio; verso le 19:00 si è assistito ad un secondo smottamento. Si stima siano scesi a valle ca 30’000 m3 di materiale.

Il vallo di protezione, costruito nel 2008 in seguito ad un evento analogo, si è rivelato, in questa circostanza, estremamente efficace. Sarà sgomberato nei prossimi giorni, per ripristinare la sua funzione altamente protettiva.
Coinvolti direttamente dall’evento verificatosi ieri 8 gennaio, la Ferrovia retica, la stalla Pedrussio, la strada cantonale e le case nelle immediate adiacenze del Viadotto.
Il pronto intervento del Corpo Pompieri Brusio, presente dal tardo pomeriggio di martedì 8 a mercoledì pomeriggio 9 gennaio, ha garantito le misure di sicurezza necessarie per evitare il peggio.
Immediate sono state l’informazione alle parti coinvolte, la convocazione dei responsabili, l’organizzazione di misure protettive.

 

Mercoledì mattina 9 gennaio c’è stata in Municipio una riunione urgente,  alla quale hanno partecipato, oltre alle Autorità comunali, i responsabili della Ferrovia retica, del Cantone (ufficio tecnico), dell’Ufficio forestale e pericoli naturali dei Grigioni, la Polizia cantonale, il Comando pompieri del Comune e il geologo incaricato Signor Ruedi Münger.
Il sopralluogo, effettuato nella zona dove si sono staccati i massi, ha permesso una più precisa valutazione della situazione, presentata in un secondo incontro nel primo pomeriggio.
Ecco in sintesi quanto valutato e deciso:

  • Si considera l’evento analogo a quello verificatosi nel 2008.
  • La zona dove si è staccata la frana è valutata come instabile e molto pericolosa. Pertanto al momento è escluso qualsiasi intervento.
  • Il vallo costruito nel 2008 ha dimostrato la sua efficacia, sia quale contenitore sia quale mezzo di protezione e di contenimento.
  • Si esclude al momento – per la stalla, la strada cantonale e le case adiacenti – un pericolo maggiore rispetto a quello presente prima dello scoscendimento; non si impongono e non si adottano pertanto misure particolari.
    Come detto, è indispensabile l’immediato ripristino delle capacità protettive del vallo.
  • La Ferrovia retica (FR), toccata in modo importante dall’evento, si assume la responsabilità del coordinamento e dei lavori di sgombero del vallo.

L’intervento è previsto nel seguente modo:

  • Elaborazione e attuazione di un concetto di sicurezza, sia con personale sia con mezzi tecnici, onde poter garantire l’accesso al vallo e lo svuotamento.
  • Asportazione del materiale dal vallo.
  • Ripristino della linea ferroviaria. La tratta Poschiavo-Tirano rimane chiusa fino a nuovo avviso; il trasporto è garantito da un servizio navetta con bus.

La durata dei lavori è stata stimata in ca. un mese. 


Importante!

  • Il perimetro di pericolo è stato delimitato da un nastro rosso/bianco. Si invita chiunque ad evitare di circolare nella zona di pericolo senza un motivo particolare o senza permesso.
  • Tutti gli enti coinvolti fanno appello alla dovuta comprensione per eventuali disagi che potranno manifestarsi durante le fasi dei lavori.
  • Per ulteriori informazioni si prega di contattare:

il servizio info della Ferrovia retica signor Peider Härtli – 081/288 63 66 o 079 405 98 07
il responsabile della Commissione pericoli signor Gilbert Berchier – 079 475 52 30
il Presidente comunale signor Arturo Plozza 079 419 03 30


 

Per l’amministrazione comunale di Brusio

Il Presidente:
Arturo Plozza