Raiffeisen gode di grande fiducia da parte della clientela

0
19

L’esercizio 2012 – Una comunicazione Raiffeisen
Le dieci Banche Raiffeisen dei Grigioni hanno alle spalle un anno ricco di successi.

L’elevato afflusso di fondi della clientela conferma la grande fiducia da parte dei clienti. Anche per quanto riguarda la concessione di ipoteche possiamo vantare di nuovo una forte crescita.



Per la decima volta consecutiva Raiffeisen si è confermata quale Banca più affidabile della Svizzera, come emerso dall’approfondito studio «European Trusted Brands 2012». Nelle quattro categorie principali (qualità, prezzo/controvalore, immagine e conoscenza delle esigenze dei clienti), Raiffeisen è riuscita a distinguersi nettamente dalla concorrenza e ha ottenuto risultati eccezionali. Raiffeisen è percepita come una Banca affermata, cordiale e radicata a livello locale. L’interesse della clientela si riflette anche nell’elevato numero di partecipanti all’Assemblea Generale, dove i soci esercitano direttamente i loro diritti e possono entrare personalmente in contatto con il Consiglio di Amministrazione, la Direzione e gli impiegati della Banca. Gli organi della Banca sono composti dalla popolazione locale e vengono nominati direttamente. Nei confronti dei nostri clienti ci impegniamo a gestire responsabilmente il denaro affidatoci e ad agire con forte consapevolezza del rischio nelle operazioni di credito.


Grande fiducia in Raiffeisen

Le Banche Raiffeisen dei Grigioni sono molto soddisfatte del costante afflusso di fondi della clientela (+5.8%). La clientela continua a privilegiare le forme di risparmio e d’investimento (+7.3%).


Crescita controllata a un livello elevato

I prestiti alla clientela hanno registrato un forte aumento pari a CHF 159.3 milioni. Con un incremento del 4.6%, hanno contribuito a questo buon risultato anche i prestiti ipotecari (esercizio precedente +7.5%).


Attesa della crescita pronosticata sui mercati finanziari

La crescita sui mercati finanziari, da tempo pronosticata e auspicata, si fa ancora attendere. Alcuni paesi euro si stanno impegnando intensamente per riequilibrare il loro bilancio economico. La Banca nazionale svizzera continua a difendere, finora con successo, un corso minimo per il franco rispetto all’euro, supportando così l’economia del paese. Gli investitori reagiscono con prudenza e osservano gli sviluppi. Ciononostante, con -3.1% i proventi dalle operazioni in commissione e prestazioni di servizi rimangono inferiori al risultato dell’esercizio precedente.


Operazioni su interessi sotto pressione

Il livello dei tassi ancora molto basso e la pressione concorrenziale si riflettono in un margine d’interesse debole. Il risultato da operazioni su interessi è rimasto del 3.9% inferiore al risultato dell’esercizio precedente. Molto soddisfacente è stato invece il risultato di negoziazione, salito del 6.1%.


Efficace controllo dei costi

Dato il modesto aumento del 3.1%, le spese per il personale si muovono in linea con quelle dell’esercizio precedente. Nell’ambito del cambiamento delle basi tecniche della Cassa pensioni, le Banche Raiffeisen hanno fornito un contributo una tantum per garantire le rendite attuali e rafforzare il grado di copertura. Tale contributo è stato contabilizzato per alcune Banche a carico delle riserve dei contributi del datore di lavoro e, per altre, a carico del rendiconto annuale, determinando il suddetto aumento dei costi. Come sperato, le spese per il materiale sono di nuovo diminuite (4.8%). Le Banche Raiffeisen passano continuamente al vaglio processi e costi, alla ricerca di possibilità di ottimizzazione.


Concessione di crediti oculata

Con lo 0.07% dei prestiti la nuova costituzione di rettifiche di valore si attesta a un valore molto basso. L’attenta verifica dei rischi e la prudente politica creditizia hanno contribuito a questo buon risultato.


Utile di esercizio stabile

Con CHF 3.5 milioni (esercizio precedente CHF 3.8 milioni) l’utile di esercizio è inferiore al livello dell’esercizio precedente, ma rappresenta comunque un risultato apprezzabile considerato il difficile contesto.


276 collaboratori presso le Banche Raiffeisen dei Grigioni

Le Banche Raiffeisen dei Grigioni offrono un posto di lavoro sicuro a 254 collaboratori, impegnati ad assistere e consigliare in modo ottimale i nostri clienti in tutte le circostanze della vita e a prestare particolare attenzione alle esigenze in ambito bancario. Questi fedeli collaboratori costituiscono il cuore delle nostre Banche.


Radicamento a livello locale

Le Banche Raiffeisen dei Grigioni non supportano solo le attività economiche, ma anche l’associazionismo e le strutture sociali e culturali del proprio raggio di attività. In qualità di partner, abbiamo sostenuto i più svariati eventi mediante donazioni materiali e in denaro. In questo modo abbiamo dimostrato il nostro radicamento locale, che ci fornisce appoggio e solidarietà. Il posizionamento nel Gruppo Raiffeisen ci garantisce al contempo sicurezza e ampie competenze.

 

Informazioni sulla Federazione delle Banche Raiffeisen dei Grigioni

La Federazione delle Banche Raiffeisen dei Grigioni è stata fondata nel 1945 e, con le attuali 10 Banche affiliate, è oggi un’importante fornitrice di servizi finanziari nella regione. Presso le 10 Banche Raiffeisen lavorano 254 collaboratrici e collaboratori, 22 dei quali sono in formazione. La Federazione delle Banche Raiffeisen dei Grigioni presenta un totale di bilancio pari a circa CHF 4’610 miliardi e conta oltre 100’000 clienti. Di questi, 55’716 sono soci comproprietari della propria Banca.

Le 10 Banche Raiffeisen dei Grigioni, società cooperative, fanno parte del Gruppo Raiffeisen. Il Gruppo comprende 321 Banche Raiffeisen strutturate in forma cooperativa con 1’084 sportelli. Le Banche Raiffeisen, giuridicamente indipendenti, fanno capo a Raiffeisen Svizzera società cooperativa, con sede a San Gallo. Con un totale di bilancio pari a CHF 168 miliardi, Raiffeisen è il terzo gruppo bancario della Svizzera. 


[Raiffeisen è sponsor de IL BERNINA]