Sigaretta elettronica: novità che concilia tecnologia e salute IN VENDITA A TIRANO

0
14

“Utile per iniziare un processo di dissuefazione”
Paolo Gobetti ci spiega i punti di forza del negozio ZioSmoke a Tirano, un luogo di riferimento anche per la Svizzera.

 

Nel nuovo negozio di Tirano (www.ziosmoke.com), a fianco del centro Vodafone, Paolo Gobetti, con le ragazze del suo staff, si destreggia con dimestichezza tra decine di modelli diversi di sigarette elettroniche e altrettanti aromi da “svapare”.

“Ogni cliente, spiega, ha la sua storia di fumatore e ha bisogno di una soluzione personalizzata. C’è chi vuole poter fumare in casa o in macchina senza creare una camera a gas, c’è chi vuole ridurre il numero di sigarette giornaliere e chi vuole abbandonare del tutto il vizio del fumo.” La sigaretta elettronica funziona – spiega Paolo – perché riproduce la sensazione che il fumatore cerca, vale a dire il colpo in gola, il gusto, il fumo, la nicotina (che può essere presente in quantità variabili da alta a nulla), ma senza combustione.

La sigaretta elettronica è anche detta “vaporizzatore” perché altro non fa che scaldare un liquido, composto da glicole propilenico, glicerina vegetale, entrambi innocui e utilizzati da tempo nell’industria alimentare e cosmetica, fino a farlo diventare vapore. Il fumatore quindi ha una sigaretta che si comporta come una “tradizionale”, ma non fa male, fa risparmiare, non ingiallisce i denti, non fa puzzare ambienti e vestiti, con il sollievo di chi ci circonda e soprattutto non è cancerogena. Per ottenere davvero il risultato che si desidera è necessario scegliere il prodotto giusto.

Nel centro di ZioSmoke di Tirano si trova il più grande assortimento di prodotti dedicati al fumo elettronico.

 

Nel centro di ZioSmoke di Tirano si trova il più grande assortimento di prodotti dedicati al fumo elettronico, dalle sigarette più simili a quelle tradizionali ai modelli “Big Battery” provenienti dagli USA; Paolo saprà guidarvi e consigliarvi in questa importante scelta.


La sigaretta elettronica è assolutamente innocua, soprattutto quella senza nicotina, tanto è vero che, per esempio, è utilizzata per un protocollo scientifico multicentrico ufficiale che coinvolge tre IRCSS milanesi. La sigaretta elettronica può essere uno strumento molto utile per iniziare un processo di dissuefazione, soprattutto in chi ha una forte dipendenza psicologico-gestuale, che è una delle componenti fondamentali e più difficili da eradicare della dipendenza del fumatore.

Prof. Umberto Veronesi


 

[pubblicità]