Brusio: 700’000 franchi per l’Area Ricreativa Garbela

0
0

Una zona da recuperare per la popolazione
(di I. Falcinella)
Oggi pomeriggio, presso il Comune di Brusio, è stato presentato alla stampa il progetto “Area Ricreativa Garbela”, che consiste nella ristrutturazione della vecchia zona di svago accanto all’omonima frazione situata sopra Miralago, ad un’altezza di 1000 metri circa. 

La struttura preesistente, come ha spiegato Danilo Nussio, membro della Commissione del Turismo, durante la presentazione del progetto, per oltre 30 anni è stata un luogo molto apprezzato a livello ricreativo e sportivo.

Successivamente è stata chiusa anche per motivi di igiene; da alcuni anni si parla di una ristrutturazione di questo sito oramai fatiscente  e sono anche stati discussi vari progetti mai concretizzatisi. Ora, per evitare che questa zona venga smantellata in modo definitivo, il Comune di Brusio ha presentato il progetto “Area Ricreativa Garbela”, sottoprogetto di “Noi, a testa alta verso il futuro”.

Presentazione del progetto “Area Ricreativa Garbela” presso il Comune di Brusio. Nella foto in alto a destra l’architetto Andrea Zanetti

 

La Direzione del progetto è affidata dall’amministrazione stessa a due membri della Commissione Turistica (Nicole Fanconi e Davide Migliacci), all’ispettore dell’Ufficio Forestale (Franco Crameri) e al Cancelliere (Giancarlo Plozza).

L’importo stimato per la ristrutturazione dell’area ammonta a 700’000 franchi, di cui 600’000 andranno in votazione popolare per la richiesta del credito, verosimilmente nella primavera del 2016.

Segue approfondimento… 

Membro della redazione