Messaggio in bottiglia: “Problemi d’alcol… E la famiglia?”

0
3

Il 19 maggio la Giornata nazionale sui problemi legati all’alcol
I familiari di persone dipendenti dall’alcol vivono una situazione di elevata sofferenza. Sebbene in Svizzera vi sia una fitta rete di consultori attivi in questo ambito, solo circa il 4 per cento dei familiari chiede aiuto a tali servizi.

 

 

Nel quadro della “Giornata nazionale sui problemi legati all’alcol“, il 19 maggio 2016 la campagna grigionese “Messaggio in bottiglia” renderà maggiormente note le offerte di sostegno esistenti e incoraggerà i familiari coinvolti ad attivarsi.

Dal 2011, ogni anno nel mese di maggio, hanno luogo in tutta la Svizzera delle campagne di prevenzione dell’alcolismo. Il motto del 2016 della giornata nazionale di sensibilizzazione è: “Problemi d’alcol… E la famiglia?”. Per una volta, al centro dell’attenzione non vi saranno le stesse persone affette da dipendenza, bensì i loro familiari. Alla base di tale scelta vi è la triste circostanza che, nonostante le offerte esistenti, i familiari coinvolti fanno solo raramente capo a una consulenza professionale. Tra i motivi che portano ad agire con tale riservatezza vi sono la vergogna e le aspettative troppo elevate nei confronti di se stessi. Per i familiari, la convivenza con persone dipendenti dall’alcol comporta spesso una sensazione di sovraccarico. Spesso essi provano sofferenze psichiche o sviluppano addirittura sintomi a livello fisico. Più i familiari vivono a stretto contatto con la persona dipendente, maggiori sono di norma le pressioni subite.

Campagna grigionese “Messaggio in bottiglia”
Nei Grigioni esiste un’offerta centrale e decentrale proposta dai consultori dei servizi sociali regionali, dal Servizio sociale cantonale per questioni di dipendenza e dai consultori della Croce Blu. Per incoraggiare i familiari delle persone dipendenti dall’alcol a chiedere aiuto e sostegno, in occasione della giornata di sensibilizzazione nazionale è stata sviluppata la campagna grigionese “Messaggio in bottiglia”.

Il 19 maggio 2016, in luoghi selezionati del Cantone, verrà distribuito un messaggio in bottiglia ai passanti. Il volantino contenuto nella bottiglia fornisce consigli per i familiari di persone dipendenti dall’alcol. Inoltre, il volantino contiene informazioni sui consultori cantonali e regionali, inclusi le ubicazioni e i numeri di telefono.