I lavori sulla ferrovia procedono secondo i tempi stabiliti

0
7

A gennaio già disponibile al traffico il nuovo tratto di Pradei (di I. Falcinella)
Dopo pochi mesi dall’inizio dei lavori per l’ampliamento della stazione di Poschiavo, il primo luglio, la prima tappa del progetto è già quasi completata. La posa dei binari a Pradei è stata ultimata; entro il 20 dicembre sarà resa operativa anche la catenaria (conduttori elettrici), consentendo al traffico dei treni la circolazione già in gennaio. 

 

La costruzione dell’impianto di scomposizione a “Pradei” e del tracciato a doppio binario Poschiavo-Val Varuna saranno a breve ultimati, secondo tempi (luglio 2016/gennaio 2017) e costi preventivati. Lo ha spiegato Paolo Sterli, responsabile Regionale per la Ferrovia Retica che ha poi proseguito illustrando il punto dei lavori sulla seconda tappa del progetto: i già citati impianti ferroviari lungo il doppio binario Poschiavo-Val Varuna.

“I lavori alle sottostrutture sono iniziati; – riferisce Sterli – verranno interrotti durante la stagione invernale per essere ripresi in primavera con la posa degli impianti di servizio, delle condutture e delle tubazioni. Successivamente verranno posati i binari e, sempre secondo previsioni, i lavori saranno terminati entro la fine del 2017”.

Le foto della situazione dei lavori in zona Privilasco

[AFG_gallery id=’248′]

Nel frattempo sono iniziate anche le prime fasi della costruzione dell’edificio per il punto d’appoggio e tutti gli impianti per i servizi ferroviari (seconda tappa), verosimilmente, saranno conclusi nel novembre 2017, data in cui era stato fissato il termine nella presentazione di luglio. Mentre per tutti i lavori di rifacimento veri e propri all’interno della stazione di Poschiavo (nuova pensilina, marciapiede a norma per i diversamente abili, binari di ricovero e rampa per scarico merci, parcheggi, ecc.) i lavori avranno inizio nella primavera del 2018 e saranno conclusi entro la fine dello stesso anno.

Le foto della situazione dei lavori in zona Pradei

[AFG_gallery id=’249′]

Come preventivato durante l’inaugurazione dal Podestà Alessandro Della Vedova, si sono riscontarti alcuni disagi per la popolazione, in merito ai quali abbiamo chiesto conferma a Marco Passini dell’Ufficio Tecnico del Comune di Poschiavo.

Il responsabile, a nome del Reparto tecnico,, ha innanzitutto ringraziato la Ferrovia retica per l’impegno profuso, il rispetto e l’attenzione prestata nell’esecuzione dei lavori: “Le lamentele, – spiega Marco Passini – se così si possono chiamare, riguardano in particolare i disagi causati dai trasporti pesanti con un altalenante rispetto delle regole concordate, limite di tonnellaggio e automezzi con basso rispetto ecologico (filtri antiparticolato, e quant’altro)”.

Altri interventi della popolazione e/o diretti interessati – conclude Passini – sono stati propositivi, mirati cioè a migliorare o risolvere situazioni esistenti quali: prosciugamenti, sistemazione di ruscelli, piccole migliorie agricole di singoli privati lungo il tracciato del progetto oppure migliorie di muri esistenti in cattivo stato”.


 

Articolo correlato:

 

Avatar photo
Membro della redazione