Maltempo: situazione più stabile in Valposchiavo, ma pericolo valanghe è presente

0
1519
Fresaneve si fa largo in un muro di neve in seguito a una valanga riversatasi sulla strada in zona Baracon, 2001

Ad inizio di questa settimana, dopo le intense nevicate del weekend, vigeva in tutto l’arco alpino un forte pericolo di valanghe, che ha creato non pochi problemi alla viabilità generale. Ora la situazione è più stabile, anche se il pericolo di valanghe è sempre ancora presente.

“Per quanto riguarda la Valposchiavo, il bollettino rilasciato dal servizio di SLF (Schnee und Lawinenforschung) segnala un pericolo di grado 3 (su una scala da 1 a 5), – riferisce a Il Bernina l’esperto di SLF Thomas Stucki – ciò significa che valanghe di piccole dimensioni, ovvero che coinvolgono solo gli strati superiori del manto nevoso, sono molto probabili. La possibilità di slavine più grandi non è comunque da escludere”.

Bollettino SLF

Le case e le strade della Valposchiavo non sono quindi in pericolo. Gli amanti degli sport invernali che si avventurano al di fuori delle piste devono invece prestare molta attenzione, specialmente nella scelta del percorso.  “In quota al momento è presente abbondante neve fresca e ventata, – continua Stucki riferendosi in specifico alla Valposchiavo – che però si sta sempre più stabilizzando”.

Nei prossimi giorni sono previste ulteriori precipitazioni nevose e con esse la situazione potrebbe cambiare; per un resoconto sempre attuale sul pericolo di valanghe è possibile consultare il bollettino rilasciato da SLF.


Alice Isepponi