Una settimana di festeggiamenti per i 100 anni Pgi, il programma completo

0
234

La Pro Grigioni Italiano festeggia in Valposchiavo il suo centenario con una serie di eventi culturali all’insegna della coesione e della conoscenza del Grigionitaliano.

Sarà metaforicamente una vetrina e un palco che mostra la vitalità artistica che vibra nelle regioni grigionitaliane. Per scaricare la locandina completa degli eventi clicca qui.


Poschiavo, Aula Evangelica e Galleria Pgi
29 luglio 2018, ore 17.00
Mostra itinerante “Tracce e impressioni del Grigionitaliano” e presentazione antologia “100 sguardi sul Grigionitaliano”
I luoghi della Bregaglia, della Calanca, della Mesolcina e della Valposchiavo non lasciano indifferente l’animo umano di chi vi è nato, di chi vi abita e di chi li ha percorsi lasciando una traccia scritta del loro passaggio. Ecco così nascere l’antologia della Collana letteraria Pgi, che raccoglie testi di donne e uomini, più o meno celebri, che hanno “raccontato” il Grigionitaliano nel corso di tre secoli, ma anche immagini pittoriche dei suoi paesaggi dipinte negli ultimi anni. L’edizione, curata dall’italianista e assistente alla cattedra di Letteratura italiana dell’Università di Zurigo Gianna Conrad, in collaborazione con Micole Gotti e Paolo G. Fontana e con la consulenza della Commissione della Collana letteraria Pgi, consegna ai lettori il Grigionitaliano nella sua funzione di luogo di passaggio da nord a sud, di terra d’accoglienza e d’ospitalità per intellettuali italiani, francesi, inglesi, tedeschi e svizzeri. Quella di Poschiavo sarà la prima presentazione in assoluto della pubblicazione alla presenza della curatrice Conrad e di chi ha collaborato per la realizzazione dell’antologia.
Nella mostra itinerante “Tracce e impressioni del Grigionitaliano” saranno esposte ventisei opere di artisti che hanno partecipato al concorso indetto dalla Pgi nel 2017. Essi hanno immortalato attraverso la loro sensibilità ed espressione artistica le cime del Grigionitaliano o la loro conformità profonda tra montagne alte e aspre, gli specchi d’acqua, gli scorci suggestivi dei centri urbani, le chiese e le case di montagna. Sono opere che colgono l’atmosfera e lo spirito di un luogo in un determinato periodo dell’anno o che interpretano attraverso una simbologia le storie e la vita delle popolazioni che vi abitano.

Premiazioni opere concorso “Tracce e impressioni del Grigionitaliano”
Sempre alle ore 17.00 in Aula Evangelica si terranno le premiazioni delle opere selezionate per l’antologia 100 sguardi sul Grigionitaliano e partecipanti al concorso “Tracce e impressioni del Grigionitaliano” indetto nel 2017.

Successivamente alla presentazione dell’antologia e alla presentazione si terrà l’inaugurazione della mostra in Galleria Pgi. Sarà possibile per la prima volta ammirare tutte le opere del concorso e gustare un rinfresco speciale offerto dalla Pgi per la straordinaria occasione.


Mostra “Tracce e impressioni del Grigionitaliano”
Galleria Pgi
Apertura: da martedì a domenica
Dal 31 luglio al 12 agosto 2018
Ore 15-18
All’interno della mostra si può acquistare la nuova antologia 100 sguardi sul Grigionitaliano oltre a trovare altre pubblicazioni Pgi.


Brusio, Casa Besta
30 luglio 2018, ore 21.00
Teatro MAF1518 – Michel Agnolo Florio, uomo
Michel Agnolo Florio è stato ed è tuttora al centro del dibattito culturale per quanto riguarda la paternità delle opere di Shakespeare. Lunedì 30 luglio, alle ore 21.00, la sua storia è proposta in Casa Besta in forma di spettacolo teatrale itinerante dalla compagnia di Paolo Pollio e l’associazione culturale Yupiter! 41.

Per approfondire, vedi articolo correlato.


Poschiavo, Piazza comunale
1. agosto 2018, ore 20.00
Allocuzione del presidente Pgi Franco Milani
In occasione della cerimonia del 1. Agosto 2018 è stato invitato dal Comune di Poschiavo il presidente della Pro Grigioni Italiano Franco Milani. Un’altra importante occasione per sottolineare l’attività del Sodalizio grigionitaliano a cent’anni dalla sua nascita.

Ore 20.45 circa
Spettacolo di cabaret con Luca Maurizio
Alle celebrazioni della Festa nazionale svizzera a Poschiavo sale sul palco il cabarettista bregagliotto Luca Maurizio con uno spettacolo satirico “in salsa plurilinguistica” su temi d’attualità.
Per il 727simo compleanno della Confederazione, Luca Maurizio proporrà grazie alla sua ironia e satira, ai suoi discorsi e alle sue canzoni, “idee-regalo” per la Svizzera e per gli svizzeri. Uno spettacolo, grazie al quale il performer Maurizio racconterà temi attuali e allo stesso tempo estravaganti, fra riso e riflessione. Dalla sua fucina di parole, melodie e ragionamenti esilaranti ci comunica: «Digitalizzazione, scorie radioattive, anabolizzanti e vermi solitari saranno alcune delle proposte innovative e rivoluzionarie che bandiranno per secoli l’incubo della stagnazione e che porteranno alle nostre contrade periferiche un nuovo e insuperabile splendore: crescita e riproduzione fin nella più remota valle laterale».

  • In caso di cattivo tempo i due eventi si terranno in Casa Torre, edificio adiacente alla Piazza.

Poschiavo, Devon House
2 agosto 2018, ore 21.00
Fotogrammi moesani
Il nostro Sodalizio e I Film di Devon House collaborano nell’ambito dei festeggiamenti del centenario Pgi proponendo le opere di due registi mesolcinesi: Riccardo Lurati e Remy Storni.
Si può fare cinema alle nostre latitudini, con risorse risicate nel ramo indipendente, ottenendo però risultati di qualità? Si direbbe di sì, vedendo il lavoro cinematografico di Lurati e Storni. Per gli affezionati di cinema la serata sarà quindi l’occasione di scoprire e ammirare i cortometraggi dei due artisti filmici del Grigionitaliano. Di Lurati, cresciuto a Roveredo (GR) e produttore da circa vent’anni delle sue opere sotto il nome di Ranesupreme, si proietterà una scelta di film a sfondo sociale, come per esempio Il futuro mancato realizzato in collaborazione con la scuola SEC/SAP del Moesano; mentre di Storni, nato a San Vittore e videomaker per Patti chiari (RSI), si proporrà lo psicothriller Percezioni e altri suoi lavori. Fra una proiezione e l’altra i registi parleranno della loro passione nel creare film, della loro relazione con il mondo del cinema e delle loro opere, intervistati dal collaboratore regionale Pgi Giovanni Ruatti.

Maggiori informazioni sulle biografie: www.pgi.ch/valposchiavo

Informazioni utili e prenotazioni
Nella speranza che il tempo meteorologico sia senza pioggia e vento, le proiezioni si svolgeranno in giardino e il numero di posti è pressoché illimitato. In caso di cattivo tempo la serata si terrebbe all’interno del fienile di Devon House e il numero di posti è limitato a 65 piazze. Consigliamo quindi e in ogni caso la prenotazione al seguente indirizzo email: devonhouse@bluewin.ch

Ricordiamo che le serate a Poschiavo possono essere fresche e quindi consigliamo di portare indumenti caldi.


Brusio, giardino di Casa Besta
3 agosto 2018, ore 17.30
L’arpa viaggiante – Suona Chiara Pedrazzetti
La Pgi invita a suonare per la rassegna Giardini incantati (promossa da Valposchiavo Turismo) l’arpista Chiara Pedrazzetti. Definita  “brillante performer” e “musicista altamente coinvolgente e creativa”, è direttrice di coro svizzera ed è una delle arpiste più versatili del momento, con la sua capacità di passare agevolmente da un genere musicale all’altro. Vincitrice di numerosi premi internazionali, l’artista che ha il proprio atelier a Grono (Mesolcina – Grigioni – cfr. ARPAtelier), tiene masterclass in tutto il mondo, dove condivide le sue competenze e il suo amore per la musica.
Nel giardino di Casa Besta a Brusio la musicista meraviglierà con un récital di arpa a levette; un viaggio intorno al mondo con brani che spaziano dalla musica rinascimentale, barocca a quella classica, sud americana, orientale e folk, oltre a presentare alcune composizioni originali della stessa esecutrice.

  • Ingresso libero.
  • A fine concerto sarà servito un rinfresco.


Poschiavo, Piazza comunale
4 agosto 2018, ore 17.00
Sol Flamenco – Esibizione di Vanessa Nicola con musica dal vivo
In questa giornata i festeggiamenti del centenario puntano l’attenzione sulla Mesolcina. Il primo appuntamento si concentra sul ballo.
Parlando di lingua italiana in Svizzera si pensa al sud e nell’Europa del sud il flamenco è una delle espressioni artistiche più passionali e viscerali. Vanessa Nicola, nata a Coira, residente a Roveredo, diplomata alla Scuola di Teatro e Danza di Zurigo, da vent’anni balla ed insegna il flamenco. Questa passione irrefrenabile verso questa danza gitana è maturata grazie a un lungo soggiorno in

Spagna e ha motivato la danzatrice ad aprire una scuola dedicata dal nome “Rosa de Fuego” a Castione in Ticino.
Riportiamo dal suo sito web: «Uno degli strumenti principali del flamenco inteso come danza sono i piedi. Da soli, o accompagnati da una chitarra, danno corpo ad una musica molto speciale: con il loro incessante battere – a tratti frenetico, a tratti calmo e melodico e poi di nuovo rapido e deciso – i piedi generano una partitura musicale unica nel suo genere, dove il ritmo diventa il cuore di tutto. Ma l’anima del flamenco è il canto che comprende diverse forme, tra cui “El cante jondo” (profondo), un canto intenso e tragico, che pare un lamento che parte dalla parte più profonda dell’anima. Nel ballo del flamenco, nato come rappresentazione individuale di uno stato d’animo, entra naturalmente in gioco anche il movimento di mani, braccia, fianchi, senza dimenticare lo sguardo».
L’esperta Nicola proporrà in Valposchiavo, nella terra dove crebbero i suoi nonni materni, un’esibizione variegata della danza di cui è portatrice della bellezza e dei valori. Sarà affiancata al ballo da Lea Pedrazzi che inizia a danzare nella scuola “Rosa de fuego” all’età di sei anni, e accompagnata con musica dal vivo: al canto Rossella Mitrano, alla chitarra Alessandro Agrati e al flauto Alessandro Longhi.

  • Evento aperto al pubblico presente in piazza.
  • In caso di cattivo tempo, l’esibizione si terrà all’interno di Casa Torre, adiacente alla Piazza.


Sempre in Piazza comunale
Ore 17.45 circa
Presentazione della narrativa di Gerry Mottis e del suo ultimo romanzo Terra bruciata. Le streghe, il boia e il diavolo
Gerry Mottis, uno dei più importanti scrittori grigionitaliani, sarà a Poschiavo per presentare il suo ultimo romanzo Terra bruciata. Le streghe, il boia e il diavolo. Autore conosciuto nella Svizzera italiana, Mottis risiede tra Lostallo (Grigioni) e Camorino (Ticino). Ha pubblicato sette opere con Gabriele Capelli Editore, fra cui la raccolta di racconti Oltre il confine, edita insieme alla Collana letteraria Pgi, e conta più di una decina di opere letterarie all’attivo (raccolte di poesia, romanzi, racconti, anche per ragazzi). Non solo, ha collaborato come redattore per l’Almanacco del Grigioni Italiano. Il 4 agosto si avrà l’opportunità di sentirlo parlare in piazza a Poschiavo della propria narrativa e della sua ultima fatica letteraria Terra bruciata. Le streghe, il boia e il diavolo.
Questo romanzo storico corale, uscito quest’anno per Gabriele Capelli Editore, è ambientato nella Mesolcina di inizio Seicento quando l’inquisizione cattolica mieteva vittime incolpando persone comuni di stregoneria e riti satanici. Si tratta di una narrazione a cavallo tra realtà documentata e finzione, la cui vicenda ruota attorno a quattro processi che si svolsero realmente tra il 1613 e il 1615 e i cui verbali sono stati trascritti fedelmente nell’italiano di oggi. Il loro esame ha riportato alla luce nomi reali, tradizioni popolari, presunti malefici, torture atroci, assurde superstizioni e palesi ingiustizie del nostro passato, che hanno contrassegnato le valli alpine e tutta l’Europa. Protagonista è il boia, assegnato alle terre della Moesa, avente una sensibilità particolare; infatti, tolta la maschera sociale, egli prova sentimenti comprensibilmente umani.

A moderare l’incontro ci sarà l’insegnante e critico letterario poschiavino Simone Pellicioli, ex redattore dei Quaderni grigionitaliani e apprezzato conduttore e relatore per eventi culturali in Valposchiavo e in Valtellina.

  • Evento aperto al pubblico in piazza
  • In caso di cattivo tempo, l’incontro si terrà in Casa Torre, adiacente alla Piazza.


I festeggiamenti per i 100 anni della Pgi in Valposchiavo godono del sostegno di Promozione della cultura del Cantone dei Grigioni, Promozione della cultura del Comune di Poschiavo, Comune di Brusio, Banca Cantonale Grigione, Repower, Coop e Valposchiavo Turismo.


Pgi Valposchiavo – valposchiavo@pgi.ch – T +41 (0)81 834 63 17