L’orso nuovamente in zona Pescia

3
2946
Immagine di repertorio

Sabato 19 agosto in zona Cavaione – Pescia un orso è stato fotografato mentre recava visita, per la terza volta in un breve lasso di tempo, alle arnie di un apicoltore.

Già nella notte tra il 9 e il 10 agosto scorso il plantigrado aveva fatto parlare di sé in valle. Il modus operandi e i danni causati alle arnie non lasciavano dubbi e si era quindi giunti alla conclusione che di orso si doveva trattare. Dopo aver rimesso in ordine lo scompiglio, il 13 agosto l’animale si era ripresentato, facendo nuovamente razzia.

È notizia fresca quella comunicata a Il Bernina da Arturo Plozza, guardiacaccia della Valposchiavo: sabato 19 agosto le fototrappole installate dopo il secondo passaggio dell’orso in zona Cavaione – Pescia hanno immortalato il plantigrado.

Arturo Plozza

“L’orso – così Plozza – non è radiocollarato ed è dunque impossibile sapere dove si trova in questo momento. Prima delle sue visite in zona Pescia, un esemplare era stato avvistato in Val Fontana e successivamente nella zona di Teglio. Molto probabilmente si tratta di un unico esemplare, visto che è un animale solitario e raramente si sposta in gruppo”.

Stando al sondaggio lanciato settimana scorsa da Il Bernina, ci sono dei lettori che si dicono preoccupati per la presenza del plantigrado. “L’orso è un animale che può far paura ed è difficile persuadere del contrario chi lo teme. Per riuscire a conviverci dovremmo però imparare a rispettarlo, piuttosto che a temerlo. Ma per questo ci vorrà del tempo”.


Elisa Bontognali

3 COMMENTI

    • Hai Ragione, io amo ambedue le specie. Ma potendo scegliere (se mi trovo per esempio nel bosco a cercar funghi) preferisco incontrare un’altra persona anziche un orso. Ai colleghi cacciatori auguro “in boca al luf”… ricordateVi: l’orso non ha corna.