Globale e locale: un binomio per la crescita

0
317

In un mondo globalizzato la periferia non può chiamarsi fuori dal confronto e chiudersi su sé stessa; come lo è stato in passato con l’avvento dell’industralizzazione, ci abituiamo in fretta alle innovazioni tecnologiche, che in seguito diventano delle pratiche di utilizzo quotidiano.

Risulta fondamentale per il Comune di Poschiavo valutare le tematiche locali in un contesto globale e promuovere il territorio e le attività in modo sostenibile in una prospettiva a lungo termine. Poschiavo può pensare e ragionare in grande per il suo futuro, ma deve iniziare a investire gradualmente nelle piccole cose, cioè valorizzando ciò che è già presente sul territorio; e dove esiste del potenziale svilupparlo. Questo concetto permette di fare degli investimenti ragionevoli e duraturi nel tempo e con il passare degli anni si aumentano progressivamente le potenzialità del comune e delle aziende.

Una regione senza buone infrastrutture pubbliche, servizi, vie di comunicazione terrestri e telematiche non è interessante per i cittadini, per le aziende e per il mantenimento dei posti di lavoro in valle. Un aspetto fondamentale per promuovere la crescita è quello di elaborare un concetto di sviluppo territoriale, che tenga conto delle nostre potenzialità e che sia in grado di dare un indirizzo al nostro futuro e alla nostra economia, fatta di piccole aziende, di energia rinnovabile, di prodotti locali, di paesaggio e di architettura. Uno sviluppo con queste caratteristiche per la valle di Poschiavo è ragionevole, duraturo e sostenibile.

I candidati di PoschiavoViva in corsa per le elezioni della Giunta, del Consiglio scolastico e della Comissione di gestione s’impegnano congiuntamente al Consigliere comunale eletto Renato Isepponi, di promuovere questa crescita, valorizzando e perfezionando il nostro potenziale, ampliandolo con l’ausilio delle nuove tecnologie.


Il comitato di PoschiavoViva