Brusio, discussione sui finanziamenti ai cimiteri in Assemblea

0
917

Domenica scorsa ha avuto luogo l’assemblea comunale ordinaria del Comune di Brusio presso le palestre scolastiche del borgo. L’adunanza è stata caratterizzata da una buona partecipazione di pubblico, con la presenza di 58 cittadini aventi diritto di voto, e da un’intensa discussione sui cimiteri e le sepolture, sollecitata dall’avvocato Plinio Pianta in veste di presidente della parrocchia cattolica di Brusio.


Revisione parziale della costituzione comunale

Il sindaco Arturo Plozza ha dapprima specificato che si tratta di un’imposizione del Cantone a seguito di cambiamenti di una certa rilevanza in leggi superiori e nella costituzione cantonale.

Le maggiori modifiche riguardano la formulazione o alcune precisazioni, ma vi sono anche cambiamenti sostanziali, come ad esempio l’art. 9 (nuovo), che definisce l’attività normativa, o la modifica degli art. 15, 25 e 33, relativi al carattere pubblico dell’assemblea popolare e dei verbali delle assemblee comunali, l’art. 19, in cui è stata tolta la frase in cui non era ammessa la doppia candidatura a una carica pubblica (ad esempio come sindaco e consigliere), l’art. 20, che impone un’elezione suppletiva in caso di un posto vacante fino a 9 mesi prima di nuove elezioni (precedentemente era 1 anno), e l’art. 39, che al posto di 2 membri e 1 supplente prevede l’elezione di tre membri principali per la Commissione di gestione.

La revisione parziale della costituzione comunale è stata accettata unanimemente dai 58 aventi diritto.

Presentazione del piano finanziario (2019-2022) e fissazione tasso fiscale 2019
Per il secondo anno consecutivo è stato presentato il piano finanziario quadriennale: un documento interno che permette al Comune di pianificare gli investimenti nel lungo periodo rimanendo nei parametri richiesti dal Cantone. Il sindaco ha ribadito che l’assemblea popolare, pur avendo il diritto di prenderne visione a grandi linee, non ha nessuna competenza decisionale in merito.

Da segnalare l’andamento altalenante del grado di autofinanziamento, che nella media quadriennale è però straordinariamente positivo, grazie alla prevista entrata nelle casse comunali di circa 10 milioni di CHF nel 2021, a seguito del rinnovo dei contratti relativi allo sfruttamento delle acque con Repower. L’esecutivo comunale è pertanto intenzionato, nei prossimi quattro anni, a investire per una cifra pari a circa 7 milioni di CHF: una cifra ritenuta sostenibile.

Per gli investimenti annui di 1,8 milioni di CHF è stata allestita, da parte del Consiglio comunale, una lista di progetti (definiti dal sindaco i “desiderata”), che a seconda delle priorità non dovranno per forza essere realizzati. Fra questi vi sono, ad esempio, il rifacimento di strade e impianti tecnologici (in cooperazione con Cantone), i contributi ai consorzi per migliorie agli impianti d’acqua potabile e la ristrutturazione del municipio.

Alla luce di queste confortanti previsioni l’assemblea ha anche unanimemente accettato la proposta del Consiglio comunale di mantenere invariato all’85% il tasso fiscale. Il sindaco ha voluto ancora ribadire che oltre ai vantaggi di un moltiplicatore dell’imposta basso, Brusio è fra gli unici 3 o 4 comuni del Cantone a non riscuotere la tassa sugli immobili, e fra quelli con il prezzo della corrente elettrica più basso in Svizzera.

Accettazione del preventivo finanziario 2019 e discussione sui cimiteri
L’assemblea si è poi chinata sul preventivo finanziario 2019, che è stato letto dal presidente punto dopo punto. Mentre egli metteva l’accento sulle varie cifre del conto economico con maggiori differenze rispetto all’anno precedente, il cittadino Plinio Pianta è intervenuto obiettando il mancato inserimento di un importo per il rifacimento e l’ampliamento del cimitero della parrocchia cattolica di Brusio, che sembrerebbero essere di una certa urgenza.

Il sindaco, pur confermando che i costi per la costruzione, l’ampliamento e la manutenzione dei cimiteri sono a carico del Comune, gli ha risposto che l’importo non è stato messo a preventivo in quanto la richiesta della parrocchia è giunta troppo tardi (lo scorso 1° novembre), quando la procedura per l’approvazione del preventivo da parte del Consiglio comunale era già in una fase troppo avanzata, e non era corredata di un piano dettagliato delle spese con relativo progetto.

A questo punto è scaturita una serie di interventi da parte di alcuni cittadini, che pur non contestando l’operato dell’esecutivo hanno tuttavia messo in evidenza la necessità di mettere mano al “Regolamento comunale sui cimiteri e sulle inumazioni”, risalente al 1959, e rivalutare la questione di un eventuale sostegno finanziario all’allestimento di loculi per la deposizione delle urne nei diversi cimiteri sparsi nel comune.

Infine il conto economico 2019, che prevede un avanzo d’esercizio di CHF 78’700.-, è stato accettato all’unanimità. L’assemblea ha poi respinto la proposta di Plinio Pianta di inserire fra gli investimenti un importo di CHF 50’000.- per la ristrutturazione del cimitero cattolico di Brusio alla voce “Protezione dell’ambiente e assetto del territorio” con 32 voti contrari, 13 favorevoli e 13 astenuti, mentre il conto investimenti 2019, per un importo di CHF 2’121’500.- (anche se la cifra guida rimane quella del piano quadriennale di CHF 1,8 mio), è stato accettato con 54 voti favorevoli, 2 contrari e 2 astenuti.

Ringraziamento del sindaco al cancelliere uscente
Dopo alcuni interventi al punto varia ed eventuali, il sindaco ha reso omaggio al cancelliere uscente Giancarlo Plozza con un discorso e la proiezione di alcune fotografie che hanno suscitato allegria. Rimasto in carica dal 1° aprile 1992 fino al 31 ottobre 2018, l’ex cancelliere, visibilmente commosso, dopo la consegna di una targhetta-ricordo e un regalo, ha a sua volta rivolto ai concittadini presenti alcune parole di ringraziamento e commiato.


Achille Pola