Pattuglie miste tra Svizzera e Italia ora anche nel Canton Grigioni

0
901
Pattuglie miste, Campocologno 21.11.2019

Oggi, 21 novembre 2019, nell’area di confine tra il sud dei Grigioni e la Valtellina (Italia) ha operato per la prima volta una pattuglia mista costituita da collaboratori dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD) e della Polizia di Stato italiana, così come della Polizia di frontiera. L’ottima collaborazione con l’Italia nell’ambito della sicurezza dei confini viene così ampliata al Canton Grigioni. In futuro i pattugliamenti congiunti avverranno più volte al mese nell’area di confine in questione.

Per la prima volta, oggi, poliziotti di frontiera italiani hanno svolto dei controlli di veicoli e persone sul territorio cantonale grigionese, supportando in tal modo i collaboratori dell’AFD. Grazie a questi controlli congiunti nella zona compresa tra il Sud dei Grigioni e la Valtellina, la Svizzera porta avanti la proficua collaborazione con l’Italia nell’ambito della sicurezza dei confini. Già dalla primavera di quest’anno pattuglie miste dell’AFD e Polizia di Stato operano sul territorio del Canton Ticino. Alla base di questi pattugliamenti congiunti vi è l’Accordo sulla cooperazione di polizia e doganale tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana, entrato in vigore il 1° novembre 2016. I dettagli operativi sono stati definiti in una dichiarazione firmata a febbraio di quest’anno dal Direttore dell’AFD Christian Bock per la Svizzera e dal Prefetto Massimo Bontempi per l’Italia.


Guardia di confine svizzera con un agente della Polizia di Stato italiana, Campocologno 21.11.2019

Lo scopo delle pattuglie miste è la lotta contro la migrazione illegale e la criminalità transfrontaliera. In questo modo si intende ampliare e rafforzare ulteriormente la stretta collaborazione con la Polizia di frontiera italiana. In territorio svizzero i poliziotti di frontiera italiani svolgono una funzione di assistenza e consulenza, ma non sono tuttavia autorizzati ad adottare autonomamente misure di polizia. Lo stesso principio si applica ai collaboratori dell’AFD in territorio italiano.

I collaboratori che, da subito, operano più volte al mese in seno alle pattuglie miste hanno seguito a settembre una formazione comune su questo genere di impiego, preparandosi così accuratamente ai loro compiti futuri.


Amministrazione federale delle dogane