Il Laboratorio teatrale Pgi s’incontra sul web con la forza della creatività: TEATRHOME!

0
217

TeatrHome è una sfida digitale della Pro Grigioni Italiano sez. Valposchiavo, una sperimentazione umana, una via espressiva per dare sfogo alle emozioni di quest’ultimo periodo trascorso a casa, isolati, senza il calore di un abbraccio fra parenti e amici. Le emozioni vissute si scateneranno grazie a quel balsamo che è la creatività.

Il proposito è quello di sperimentare percorsi creativi a distanza e prepararsi, con rinnovata fiducia, al tempo assai vicino in cui si tornerà insieme ad ascoltare le voci, i respiri, i suoni della vita umana, della natura, delle nostre montagne.

In questi momenti di distanziamento sociale e di divieto di assembramenti, la Pro Grigioni Italiano sez. Valposchiavo è andata alla ricerca di soluzioni alternative tenendo in considerazione l’aspetto sociale e di rapporti umani che la cultura genera da sempre. La voglia di ritrovarsi e il grande affiatamento dei partecipanti al Laboratorio teatrale Pgi per adulti, ha creato le basi per far nascere un nuovo proponimento d’incontro creativo “a distanza”. La nostra sezione sostiene quindi il progetto TeatrHome, ideato e condotto da Gigliola Amonini, collaboratrice da decenni della nostra associazione. Gigliola Amonini sarà affiancata dal musicista compositore Ugo Altamore che accompagnerà le parole dei partecipanti con musiche originali create per esaltare e assecondare le emozioni.

Da giovedì 14 maggio 2020, i partecipanti al Laboratorio teatrale Pgi per adulti 2020 hanno potuto ricontrarsi mediante una piattaforma virtuale guardandosi, rimettendosi a nudo e dando voce vissuto di questi mesi di separazione sociale grazie al linguaggio, alle espressioni e alla potenza evocativa delle parole. Questo sarà un percorso breve di quattro incontri, ma intenso e costruttivo.

Con un bicchiere di vino o di thè fresco fra le mani, l’incanto delle parole virtualmente condivise, ha riportato emozioni di un vissuto sospeso. Così si esprime la conduttrice di questa sperimentazione:

«Il primo incontro virtuale è stato tracimante di emozioni. I primi venti minuti sono trascorsi nel guardarsi l’un l’altro con larghi sorrisi sul viso. La gioia di rivedersi, anche solo attraverso uno schermo, ha fatto acquisire a tutti quanti in tempi rapidi la capacità di utilizzo della piattaforma di collegamento virtuale.

Il seguito è stato ritmato da tre proposte creative che hanno portato rapidamente alla stesura di brevi racconti in cui il flusso di parole è stato preciso e diretto come una freccia».

Attenta all’evoluzione sanitaria in costante divenire, la Pgi sta valutando possibili sbocchi per mostrare o condividere i risultati di questo percorso creativo. Quando, invece, le condizioni sanitarie lo permetteranno, il gruppo tornerà a incontrarsi a Brusio riprendendo il “cammino” lasciato in sospeso lo scorso febbraio e che condurrà alla realizzazione dello spettacolo “Donne”.

***

Informazioni: Pgi Valposchiavo – valposchiavo@pgi.ch – Tel. 0041 (0)81 834 63 17