Riorganizzazione del servizio di ostetricia: collaborazione con l’Ospedale dell’Engadina Alta

0
1337

Il Centro sanitario Valposchiavo è responsabile dell’approvigionamento sanitario di base, del qual fa parte anche la ginecologia/ostetricia, su tutto il territorio regionale.

L’evoluzione delle nascite sempre più al ribasso, ma soprattutto la crescente difficoltà nel reperire personale specializzato in questo campo e in altri settori ad esso correlati, ci obbliga a valutare strategie alternative per garantire anche in futuro un servizio di qualità e continuità.

In questo contesto, durante l’ultimo anno, sono state discusse diverse soluzioni. Fra queste, la più realistica e sostenibile, consiste in una stretta collaborazione fra il CSVP e il reparto di ginecologia/ostetricia dell’Ospedale dell’Engadina Alta (SOE).

Fra le due parti è quindi stato elaborato un concetto di collaborazione, che pone al centro la donna e la famiglia con le loro esigenze sanitarie, individuali e sociali.

Il principio di questa collaborazione consiste nel mantenere presso il CSVP tutte le attività ambulatoriali di ginecologia/ostetricia, cioè le visite ginecologiche, il consultorio ostetrico e i controlli in gravidanza. Il servizio sarà fornito presso l’Ospedale San Sisto dagli attuali specialisti, Dr. Willy Walker e Dott.ssa Irène Sandmeier, come pure dalla Dott.ssa Ladina Christoffel, primario del citato reparto al SOE.

Per contro l’attività ginecologica e ostetrica stazionaria, cioè i ricoveri e i parti, verranno gestiti presso il reparto di ginecologia/ostetricia del SOE.

L’inizio della collaborazione ha effetto immediato per quanto riguarda il trasferimento dei parti, mentre l’ampliamento delle visite ambulatoriali sarà consolidato nel corso dei prossimi mesi.

Il Consiglio di Fondazione, la Direzione Generale, i medici accreditati e le ostetriche hanno dato parere favorevole al nuovo orientamento, convinti d’aver operato un passo nella giusta direzione per quanto riguarda l’adeguamento del CSVP alle strategie future.


Centro sanitario Valposchiavo

Il Consiglio di Fondazione