Giovanni Luzzi – retrospettiva e ulteriori iniziative

0
156

Si è parlato molto di Giovanni Luzzi, negli ultimi tempi. E questo ha portato a galla molti ricordi, e testimonianze preziose e rilevanti. Da oggetti appartenuti a Luzzi a libri provenienti dalla sua biblioteca, da ricerche fatte sulla sua attività a Poschiavo a fotografie e documenti, a ricordi personali. E chissà che non saltino fuori altre sorprese, altre memorie legate a Giovanni Luzzi. Se così fosse, non esitate a contattare lo scrivente!

Riguardando allo scorso mese di marzo, vale la pena sottolineare che nel 75esimo anniversario della morte del teologo, pastore e traduttore della Bibbia Giovanni Luzzi, si sono susseguite, a Poschiavo, alcune significative manifestazioni: nella Galleria PGI è stata allestita una mostra, visitata da circa 300 persone, che ha riproposto le tappe più importanti della sua vita e della sua opera; presso l’Aula riformata si è svolta una rievocazione gastronomica-musicale-letteraria del viaggio compiuto da Luzzi negli Stati Uniti, nel 1912, su invito dell’Università di Princeton, durante il quale incontrò tra gli altri due presidenti americani, e i milionari fondatori del marchio per l’igiene orale Colgate e il presidente della fabbrica automobilistica Cadillac che promossero il suo “tour” americano; ancora nell’Aula riformata è stata proposta una conferenza che si è soffermata in particolare sull’attività di Luzzi a Poschiavo, conclusasi con l’appello – elaborato dal teologo nel 1943 – a favore della creazione di una “Fratellanza cristiana”, per promuovere il superamento delle divisioni confessionali.

I pannelli della mostra saranno ora esposti – e dunque visitabili – nella chiesa riformata di Poschiavo. Una loro copia, tradotta in romancio e tedesco, sarà esposta in estate a Scuol, presso il Museo dell’Engadina Bassa. E l’Archivio culturale dell’Engadina Bassa organizzerà alla fine di agosto un evento commemorativo in onore di Giovanni Luzzi, oriundo engadinese (era nato a Tschlin).

I Quaderni Grigionitaliani accoglieranno infine, nell’edizione estiva, un consistente saggio dedicato a Giovanni Luzzi.