A Roma per la “professione di fede”

0
648
Pellegrinaggio a Roma per la professione di fede 2023

Anche quest’anno, da martedì 2 a sabato 6 maggio, si è rinnovata l’esperienza, proposta dalla Parrocchia cattolica San Vittore Mauro di Poschiavo ai ragazzi delle terze secondarie e guidata dal catechista Alberto Gianoli.

Lo scorso 2 maggio, noi ragazzi delle terze secondarie siamo partiti per un magnifico ed istruttivo viaggio a Roma, con lo scopo di vivere un pellegrinaggio. La nostra avventura è cominciata martedì mattina, quando dalla stazione di Tirano siamo partiti con il treno in direzione di Milano. Una volta giunti a Milano abbiamo preso il treno Frecciarossa e dopo alcune ore siamo scesi alla stazione Termini di Roma.
Nei cinque giorni in cui abbiamo alloggiato a Roma, abbiamo visitato innumerevoli monumenti, chiese, basiliche e siamo anche entrati nella Città del Vaticano. Io sono rimasta particolarmente stupita quando siamo entrati nelle basiliche per quanto fossero vistose e piene di dettagli. Anche i monumenti erano maestosi. Essi rispecchiavano la cultura del posto, ma soprattutto mi ha impressionato la grandezza di ognuno di loro. Le principali opere d’arte che abbiamo visto sono state il Colosseo, il foro romano, la fontana di Trevi e l’arco di Costantino.
Il giorno in cui siamo andati nella Città del Vaticano è stato un vero e proprio stupore. L’accuratezza e la perfezione che è stata applicata dentro la città è stata impressionante. Quando siamo stati per la prima volta lì, abbiamo anche avuto l’onore di partecipare all’udienza generale del Papa, che è stata molto interessante. Vedere il Papa da così vicino è stato emozionante per tutti noi.
Un’altra cosa incredibile è stata la visita al Pantheon. Non riuscivo a credere al fatto che dentro al buco nel soffitto non piovesse a meno che ci fosse stata una vera e propria pioggia dirompente. Mi è sembrato impossibile.
Il giovedì mattina siamo andati nel quartiere della Guardie svizzera pontificia. Una volta entrati all’interno, una guardia ci ha fatto il tour esclusivo di tutto il luogo, spiegandoci la storia e le usanze delle guardie. Ci ha descritto il comportamento a cui deve attenersi una guardia e l’abbigliamento che deve indossare. Inoltre, abbiamo potuto provare le posizioni che devono assumere le guardie quando sono in servizio. È stato molto divertente immedesimarsi nel ruolo di una guardia.
Il sabato mattina, nonché ultimo giorno, ci è stato permesso di partecipare ad una Messa alla basilica di San Pietro in Vaticano, dove abbiamo fatto la nostra “professione di fede”. Dopo la Messa, abbiamo fatto il giro della basilica e siamo saliti sulla cupola. La vista dalla cima era mozzafiato. Si vedeva per intero tutta la Città del Vaticano ed una grande parte della città di Roma.
Quello stesso pomeriggio abbiamo dovuto rientrare. Dopo diversi imprevisti, a causa di guasti, siamo finalmente riusciti a partire con il Frecciarossa in direzione di Milano. Una volta scesi a Milano siamo rientrati a casa in treno e in autobus.
Questa esperienza è stata indescrivibile. Ci ha portato a riflettere su molti argomenti e ad acculturarci ulteriormente. In più ci siamo anche molto divertiti stando in compagnia. È stato molto positivo per tutti noi per questo motivo è un’esperienza sicuramente da rifare.

Ilenia Luminati