A Natale succedono cose straordinarie

1
816

Succede…

di trovarsi come per magia cullati dal suono dolce dei flauti, dei clarinetti e delle chitarre, dai toni decisi degli strumenti a fiato e del pianoforte, dal sussurro leggero e magico dei

violini…

di sognare ascoltando le voci fondersi in musica…

di tornare bambini e vivere l’ansia dell’attesa, come solo loro possono fare…

Tutto questo succede quando a muovere i nostri sentimenti più profondi sono la musica, l’entusiasmo, l’impegno e la gioia.

È successo domenica, nell’intimità della Chiesa, in compagnia dei ragazzi della Scuola di Musica di Brusio.

Loro, gli allievi e i loro insegnanti, hanno saputo, come sempre, farci rivivere l’atmosfera di attesa che precede il Natale. Hanno cantato e suonato per noi melodie e canzoni che sappiamo da sempre e che aspettiamo sempre.

Sorridenti, un po’ agitati, felici di essere i protagonisti di una serata unica, che si ripete una volta all’anno, orgogliosi del loro impegno, i piccoli musicisti ci regalano ad ogni occasione emozioni che forse crediamo di non provare più, risvegliano ricordi e nostalgia, ci infondono la gioia dell’attesa.

Hanno provato e riprovato le loro musiche, con caparbietà e voglia di dare il meglio.
Meritano tutti un grande applauso! I piccoli, che per la prima volta si presentano al pubblico, coraggiosi e increduli di questo ruolo che li rende protagonisti, i grandi, già abituati alle apparizioni ufficiali, investiti della responsabilità di non fallire.
Un dono prezioso i bimbi, ha ricordato la presidente Maria Orsola, che dobbiamo portare nel cuore, sempre.

Dal loro impegno e dalla loro passione nascono gruppi, uniti dal piacere della musica e dello stare insieme, emergono talenti che emozionano con musica e parole, scritte per colpire dritto al cuore, per trasmettere sentimenti e amore, difficili da esprimere in altro modo.
Musica, ritmo, suoni e parole: è l’arte di vivere la vita e di proiettarsi nel futuro volando leggeri.

Bravi a tutti, ai musicisti per dedicare tempo e studio alla loro passione, e ai maestri, per accompagnarli con dedizione e professionalità nel loro percorso.


Monica Paganini

1 COMMENTO