Situazione sul trasferimento dei parti, l’appello di Della Cà

3
1780

Riceviamo e pubblichiamo da Pietro Della Cà il suo intervento in merito alla situazione parti al CSVP, avvenuta durante il Consiglio Comunale di Brusio del 12 ottobre scorso.

Il Presidente comunale Plozza saluta i presenti chiedendo di inserire il seguente nuovo punto all’ordine del giorno: “Situazione sul trasferimento dei parti. Informazione”

Alla fine della presentazione ho espresso quanto segue:

A questo punto, chiedo al Sindaco e a tutti i membri del Consiglio Comunale di Brusio, di inoltrare al Comitato del Consiglio di Fondazione, le stesse identiche domande che la Giunta di Poschiavo ha inoltrato lunedì scorso (05.10.2020).

Questo perché il Centro Sanitario Valposchiavo è un servizio per tutti gli abitanti della nostra valle. Siamo tutti sulla stessa barca e di conseguenza il salvagente deve essere uguale per tutti!

Abbiamo tutti bisogno delle stesse risposte alle stesse domande, poi si vedrà dove ci porterà il futuro. Bisogna avanzare compatti come una “falange macedone”!

Per finire, trovo che la composizione del Consiglio di Fondazione che è l’organo supremo della Fondazione stessa, mal rappresenti la fascia di popolazione più toccata da questa decisione e chiedo che la stessa composizione venga rivista, in modo che ci sia una marcante presenza di donne in questo Consiglio di maschi. Donne che partoriranno o che hanno partorito i loro figli in questa valle dove esse vivono. Anche se le stesse non fanno parte di un organo politico!

Aggiungo inoltre, che nel settore della sanità tutta, le donne hanno dimostrato non soltanto come partorienti di saperci fare ma anche nel loro lavoro giornaliero, negli ospedali, case anziani e assistenza a domicilio. Nei samaritani. Sui campi di battaglia, hanno dimostrato di essere crocerossine irrinunciabili. Per finire, le donne hanno un sesto senso verso chi soffre che noi uomini non abbiamo!


Pietro Della Cà

3 COMMENTI

  1. Combattere con lance lunghe 3 metri (particolarità della „falange macedone“), contro, Chi?
    La perla dell‘intervento del granconsigliere è quella dove si rende conto che …si vedrà poi dove ci porterà il futuro… I voti delle Donne; di quelle partorienti, già mamme, con ambizioni politiche (e non, basta possano essere nel consiglio di fondazione dell’ospedale), guerriere, crocerossine ecc.ecc. dovrebbero essere garantiti. Se il granconsigliere non possiede il sesto senso da Lui citato; non significa che tutti siano così. Non mi sento rappresentato!

  2. Grazie Pietro, speriamo che il tuo intervento arrivi la…. dove la DONNA ancora non ha voce!!!
    Mi chiedo:dove sono le Donne Politiche della Valle???
    Penso che anche in Valle di Poschiavo sia arrivato….il 2020….