Clima euforico e rivendicazioni chiare in ambito di politica nazionale alla festa elettorale dell’UDC Grigioni

0
165

Oltre 200 membri attivi dell’UDC Grigioni hanno festeggiato con grande soddisfazione il successo elettorale alle elezioni federali di ottobre 2023. Il presidente del partito e neoeletto consigliere nazionale Roman Hug e la consigliera nazionale Magdalena Martullo-Blocher hanno ringraziato tutti i candidati, il comitato e il nutrito numero di collaboratrici e collaboratori elettorali per il loro instancabile impegno a favore della Svizzera e dei Grigioni, prima e durante la campagna elettorale. Anche l’ospite a sorpresa venuto da Berna, il presidente dell’UDC Svizzera e consigliere di Stato ticinese Marco Chiesa, si detto soddisfatto del notevole risultato elettorale e del seggio conquistato dall’UDC Grigioni.

Sia in termini di impegno che di tempo, la campagna elettorale per le elezioni federali dell’autunno 2023 ha occupato non poco i 25 candidati dell’UDC Grigioni e la fitta cerchia di collaboratrici e collaboratori elettorali. Gli sforzi, però, sono stati ripagati. In ottobre, l’UDC ha aumentato la sua quota di voti nel cantone al 30,6 percento, riconquistando meritatamente il seggio perso nel 2019. Pertanto, resta di gran lunga il partito più votato del cantone.

Rieletta con un brillante risultato, la Consigliera nazionale Magdalena Martullo-Blocher e il neoeletto consigliere nazionale e presidente dell’UDC Grigioni Roman Hug hanno ringraziato con una serata dai toni conviviali gli oltre 200 colleghi e colleghe di partito presenti per il loro straordinario impegno. Che l’UDC Grigioni sia ormai forte in tutto il Cantone è dimostrato non solo dai risultati elettorali del 20 ottobre 2023, ma anche dalla provenienza degli ospiti, giunti a Domat/Ems da tutte le valli e le regioni linguistiche.

Nel suo discorso, il presidente del partito Roman Hug ha analizzato i risultati elettorali nel cantone e riferito con entusiasmo delle sue prime esperienze come consigliere nazionale nella Berna federale: «Con due seggi UDC dai Grigioni possiamo difendere meglio gli interessi del cantone a Berna, ad esempio nel settore del turismo o della pianificazione del territorio». Dopo il banchetto, Magdalena Martullo-Blocher ha richiamato l’attenzione degli ospiti sulle imminenti sfide politiche: «Dovremo continuare a lottare – contro l’immigrazione senza limiti, per un approvvigionamento energetico sicuro e per una Svizzera indipendente e autonoma!»

Nelle vesti di ospite a sorpresa, il presidente dell’UDC Svizzera e consigliere di Stato del Canton Ticino Marco Chiesa ha guardato al futuro avanzando richieste chiare per la politica nazionale durante la legislatura 2023-2027: «Impegnamoci a favore di una Svizzera libera e sicura! Il caos-asilo, l’immigrazione incontrollata, la transizione energetica utopica e troppo costosa e la minaccia alla neutralità e all’indipendenza della Svizzera vanno fermati». L’UDC è l’unico partito che si preoccupa di trovare soluzioni realistiche e ragionevoli a questi scottanti problemi, in particolare lanciando due iniziative («No a una Svizzera da 10 milioni» – iniziativa per la sostenibilità – e «Salvaguardia della neutralità svizzera»).

Tre giovani grigionesi hanno poi contribuito al buon umore di tutti i presenti: Lukas e Philip Joos e Laurin Aebli, del complesso giovanile «Prättigauer Power» (tutti e tre in età compresa tra i 12 e i 13 anni), hanno riscaldato l’atmosfera in una sala gremita. Gli astri nascenti della musica folk grigionese hanno già avuto l’opportunità di esibirsi alla Festa federale della musica popolare 2023 a Bellinzona – con tanto di apparizione televisiva su «Potzmusig» – e di stupire il loro pubblico. Nel mentre, il mago e illusionista Danini ha regalato momenti magici e suscitato sorrisi e stupore tra i vivaci ospiti grazie ai suoi trucchi con le carte e ad altre magie varie.

L’UDC intende portare questa stimolante atmosfera oltre le regioni fino a Berna, dove si impegnerà in difesa degli interessi del Paese.

L’UDC Grigioni desidera ringraziare ancora una volta tutti gli elettori per la fiducia accordata e per il loro grande sostegno.